15 luglio 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

“Glifosato: le chiacchiere stanno a zero. Zaia dimostri di essere contrario con i fatti e appoggi la nostra mozione”

La discussa questione del glifosato ha ispirato la provocazione del consigliere regionale Simone Scarabel

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Siomone Scarabel

VALDOBBIADENE – “Glifosato: le chiacchiere stanno a zero. Zaia dimostri di essere contrario con i fatti e appoggi la nostra mozione”: tuona il consigliere regionale Simone Scarabel (M5S). La presa di posizione di alcune associazioni di categoria degli agricoltori che hanno esultato alle dichiarazioni dell’agenzia ambientale USA sull’erbicida, non definendolo più pericoloso continua a destare reazioni.

La DOCG Conegliano Valdobbiadene ha deciso di non tradire il divieto stabilito per l’utilizzo del glifosato e Zaia sembra essere dalla loro ma ora Scarabel chiede una posizione inequivocabile al presidente. “Zaia tuona contro l'uso del glifosato: non sia mai, che le uve venete del prosecco vengano equiparate a quelle trattate, appena oltre il confine regionale, nel territorio di Pordenone, dove i vitivinicoltori rivendicano l'uso dei fitochimici! Fa bene, ma il fatto è che alle sue clamorose grida ormai siamo abituati. Di solito, sono parole alle quali non seguono i fatti”.

Il consigliere regionale dal M5S quindi si rivolge direttamene al presidente della Regione: “Caro Zaia, vogliamo cominciare col dire che Pordenone è in Friuli-Venezia Giulia, regione governata dal suo compagno di partito Fedriga? Che ne direste di farvi una telefonata? E se proprio vuol dimostrare di essere davvero sulle barricate, contro l'uso del glifosato, perché' non appoggia la mozione che noi del Movimento 5 Stelle, abbiamo presentato in Consiglio Regionale? Chiediamo che, così come già avvenuto in Toscana, il glifosato vengono banditi su tutto il territorio veneto”.

Simone Scarabel quindi conclude: “Pensi, un battaglia comune sul prestigio dei nostri prodotti e sulla salute dei nostri cittadini! E già che c'è, perchè non prende le distanze, senza se e senza ma, dal rappresentante del Consorzio del prosecco in Unesco, Giustiniani, che all'uso del glifosato si è detto disponibile? Sarebbe bello, ma ci si consenta di essere un poco dubbiosi: Zaia era paladino del limite dei due mandati, ma poi si è cucito addosso la possibilità del terzo. Era strenuo promotore della riduzione dei consiglieri regionali, ma appena una settimana fa si è regalato 10 assessori esterni in più. Insomma, è bravo a parole, che regolarmente si rimangia nei fatti.Vediamo, cosa farà questa volta”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×