03/12/2021poco nuvoloso

04/12/2021pioviggine

05/12/2021pioggia debole e schiarite

03 dicembre 2021

Conegliano

“La gente si informa su Facebook e così si radicalizza”, il pensiero del regista Antonio Padovan sul referendum del 20 e 21 settembre

Estraneo alla politica, quello del regista di Conegliano è un giudizio quasi “sociale”

| Clara Milanese |

immagine dell'autore

| Clara Milanese |

Antonio Padovan

CONEGLIANO – Continua a tener banco il dibattito circa il referendum sul taglio dei parlamentari, così abbiamo chiesto anche ad Antonio Padovan, noto regista coneglianese, di dirci la sua a riguardo.

Molto riservato e diretto, Antonio ha cominciato ad esporre il suo pensiero mettendo in chiaro la sua estraneità al mondo politico: “Non ho nessuna competenza a riguardo e non voglio inserirmi in temi che non hanno a che fare con il mio mondo”, mi spiega.

Si lascia però andare a delle osservazioni a livello sociale: “Vedo continuamente gente che si informa su Facebook e il problema lì è che più cerchi una cosa, più il sito seleziona i contenuti in base alle tue ricerche e così la gente si radicalizza”.

Poi, per farmi capire meglio il suo pensiero, mi cita il senatore americano Daniel Patrick Moynihan, con la sua celebre frase: “Tu hai diritto ad avere le tue opinioni alle quali credere, ma non dovresti avere diritto ad avere i tuoi fatti ai quali credere”. “Vedi – mi spiega – oggi mi sembra accada l’esatto contrario. A me piace discutere con chi la pensa diversamente da me, ma ci vuole un’adeguata informazione per farlo. Le democrazie moderne si basano sull’informazione”. Un’informazione che quindi deve essere garantita a tutti e oggettiva, perché la gente non può fare tutto da sola.

Ma cosa preoccupa il regista? “Io sia per il sì che per il no ho visto argomentazioni leggere”.

Secondo Padovan, infine, questo referendum ha dei pro e dei contro: “Quello del taglio dei parlamentari, e quindi dei costi politici, è un bel messaggio, però non bisogna votare solo pensando a quello. Io, forse un po’ naif, spero che, se passa la proposta, chi viene eletto viva la cosa con più responsabilità: dovrà sentirsi ancora più in obbligo verso i propri elettori”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Clara Milanese

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×