06 giugno 2020

Castelfranco

“Il Carnevale non si farà”

Lo ha chiarito il sindaco Stefano Marcon: “Tempi stretti non ci permettono un’alternativa a quella della Pro Loco”

| commenti |

| commenti |

“Il Carnevale non si farà”

CASTELFRANCO “Il Carnevale non si farà”. Così questa mattina, in una conferenza stampa, il sindaco Stefano Marcon. In sala consiliare in municipio, per far luce sulle intenzioni del Comune riguardo il Carnevale 2017 dopo le dimissioni del direttivo della Pro Loco cittadina, c’erano anche il suo vice, Gianfranco Giovine, e l’assessore al Commercio Marica Galante.  

“I tempi stretti - ha spiegato il primo cittadino in conferenza stampa – non ci permettono di pensare a proposte alternative a quella che è sempre stata realizzata a Castelfranco dalla Pro Loco”.

 

Il sindaco in mattinata aveva incontrato i vertici della Pro Loco riscontrando fermezza nel mantenere le dimissioni formalizzate, ad oggi, al solo Comune di Castelfranco, ma non ancora ai vertici dell’Unpli, presenti all’incontro con i rappresentanti provinciali e regionali. “La mancata apertura – prosegue il Sindaco – a mio giudizio è dettata soprattutto dalle incertezze di carattere economico che viste la criticità dei tempi, non permettono rassicurazioni sulla copertura dei costi. Non possiamo noi garantire eventuali disavanzi. Abbiamo aumentato da 1.500 e 2.000 euro il contributo ma l’incertezza del risultato non è quantificabile. Capisco le perplessità della Pro Loco al di là di qualche polemica che è nata”.

 

Altro tema affrontato dal sindaco è la presenza nei giorni della manifestazione delle giostre. “Ci è pervenuta la richiesta dagli interessati di poterli ospitare anche in giorni non associabili al Carnevale. Sentiti gli uffici e fatte alcune simulazioni, abbiamo per questo valutato, per quanti lo vorranno, di fruire del Foro Boario organizzando così un luna park. Un’opportunità che vogliamo dare anche in termini sociali visto che questo è il lavoro di una trentina di famiglie”. Per l’occasione il Comune darà tutto il supporto necessario in termini tecnici, chiedendo il pagamento della Tosap e non altro contributo richiesto nel passato come avveniva per il supporto ai vari eventi del Carnevale. Su questo tema è già attivo l’assessore Galante.

 

“Auspico – ha concluso - che nel Carnevale del prossimo anno ci sia un’associazione Pro Loco rinnovata ed in grado di produrre nuove energie per la città. Non vogliamo un Carnevale alternativo rispetto a quello che si faceva o magari in tono minore perché non crediamo non sia consono per la città”.

 

(Nella foto Galante, Marcon e Giovine)

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×