20/10/2017coperto

21/10/2017coperto

22/10/2017pioggia

20 ottobre 2017

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto Film Festival, ecco i vincitori

commenti |

VITTORIO VENETO - Sabato 6 Maggio 2017 al Teatro Lorenzo da Ponte si è svolta la premiazione finale dei film in concorso al Vittorio Veneto Film Festival, giunto alla sua ottava edizione. Presenti in sala il sindaco Roberto Tonon e il vicesindaco Alessandro Turchetto.

 

I premi assegnati sono stati cinque, uno per ogni categoria più due premi assegnati dalla giuria di qualità, presieduta da Daniele Orazi e composta dall’attrice Blu Yoshimi, da Gianni Galli, Marco Franzoso e da Decimo Poloniato, in rappresentanza di Maria Teresa De Gregorio.

 

Per la categoria Monte Baldo gli alunni delle scuole medie hanno scelto di premiare il film “Rettet Raffi”, del regista tedesco Arend Agthe.

 

Sul palco a ritirare il premio sono saliti il regista e la moglie Bettina Kupfer, interprete di uno dei ruoli principali. Grande trionfo per il film canadese “The Wasting”, vincitore sia per la categoria Monte Pizzoc che per la categoria Monte Visentin (biennio e triennio delle scuole secondarie di secondo grado).

 

La regista Carolyn Saunders, visibilmente commossa ed orgogliosa del risultato, ha quindi portato a casa ben due premi. Per quanto riguarda invece la giuria di qualità, il film premiato all’unanimità è stato “Bird”, della regista russa Kseniya Baskakova, la quale ha ringraziato di cuore la giuria per aver creduto nel suo film.

 

Menzione speciale inoltre per il film canadese Kire Paputts “The Rainbow Kid”, per la sensibilità con cui ha portato sullo schermo la tematica della sindrome di down. Grande soddisfazione per Elisa Marchesini, direttore artistico della manifestazione, alla quale i presenti hanno rivolto parole di elogio e riconoscenza per il duro lavoro svolto anche quest’anno.

 

La mattinata si è conclusa tra l’entusiasmo generale dei giovani giurati e le consuete foto di rito con ospiti e organizzatori.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×