16 luglio 2019

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto attende il nuovo campo da rugby: ma ci sta al Victoria Campus?

L'ex consigliere Pd De Bastiani solleva dubbi sulle misure, ma il presidente della squadra fornisce rassicurazioni

Roberto Silvestrin | commenti |

VITTORIO VENETO - C’è veramente spazio per il campo da rugby al Victoria Sport? Il dubbio lo solleva l’ex consigliere comunale Pd Alessandro De Bastiani. “Il campo da rugby non ci sta”, sostiene De Bastiani, facendo un semplice calcolo sulle misure del rettangolo da gioco. Considerando le misure massime consentite dal regolamento, infatti, l’ex consigliere ha calcolato una superficie di circa 11mila 200 metri quadri, comprensivi di spazi di sicurezza intorno al campo.

 

Secondo l’atto di indirizzo approvato in consiglio comunale, però, il comune chiede al privato che si è aggiudicato all’asta il Victoria Campus circa 8mila metri quadri per il terreno di gioco (oltre ai 500 metri quadrati per la farmacia). Mancano quindi, secondo De Bastiani, oltre 3mila metri quadri.

 

“Secondo me il campo da rugby non ci sta – continua l’ex consigliere -. E, se ci sta, sarebbe senza tribune e senza spogliatoi. Sarà necessario organizzare un incontro pubblico di approfondimento per verificare la situazione. Oppure chiedere al presidente del consiglio comunale di convocare una seduta del consiglio o della commissione per approfondire il problema”.

 

Rassicurazioni, però, sono arrivate da Michele Vespini, presidente del Vittorio Veneto Rugby. “Dalle indicazioni che ci hanno fornito il campo non verrà limitato solo allo spazio esterno del Victoria, ma entrerà anche in una parte del campo d’atletica, togliendo la recinzione che li separa”, rende noto Vespini. “Le dimensioni per un campo regolamentare ci sono, considerando poi che verrà “ruotato” - continua il presidente -. Si può tranquillamente giocare in serie C e in serie D, con delle deroghe. Noi siamo favorevoli a questa soluzione”.

 

Lo stesso Vespini ha chiesto però all’amministrazione che vengano fornite le misure e i dati “reali” del futuro campo, per avere un quadro più preciso della situazione. E le tribune e gli spogliatoi? “Siamo in attesa dell’esito delle trattative, per quanto riguarda gli spogliatoi – dichiara il presidente -. Le tribune invece non sono una cosa né impellente né obbligatoria”.

 

Meglio quindi trovare un campo al più presto per i 160 tesserati del rugby, anche se magari le tribune non arriveranno: “E’ da 8 anni che attendiamo”, ha ricordato Vespini.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×