24/01/2018quasi sereno

25/01/2018coperto

26/01/2018pioviggine

24 gennaio 2018

Castelfranco

Villa Emo nella segnaletica alle porte di Vedelago

Accade a vent’anni dal riconoscimento dell’Unesco

commenti |

VEDELAGO“Villa Emo Patrimonio Mondiale Unesco”. Questa è la scritta che si legge ora sui cartelli alle porte del Comune di Vedelago. A vent’anni di distanza dall’inserimento della villa palladiana di Fanzolo nell’elenco dei beni Patrimonio dell’Unesco, si è giunti a metterlo in evidenza anche nella segnaletica stradale.

Un risultato che il presidente di Fondazione Villa Emo, Armando Cremasco, sottolinea così su Facebook, dove ha pubblicato la foto di uno dei cartelli: “Finalmente, dopo 20 anni dal riconoscimento”.

 

“Villa Emo di Fanzolo quale villa palladiana è inserita nell’elenco dei Patrimoni dell'Umanità redatto dall'Unesco – recita un nota diffusa dal Comune di Vedelago -. Una caratteristica riservata a poche realtà storico-artistico-archittettoniche e paesaggistiche che sottolinea l'importanza mondiale di questo complesso e che sarà al centro di una rinnovata campagna di promozione che vede la forte collaborazione tra  la Fondazione Villa Emo e il Comune di Vedelago”.

 

Leggi altre notizie di Castelfranco

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.927

Anno XXXVII n° 1 / 18 gennaio 2018

LUDOVICO GIRARDELLO

Il giovanissimo attore vittoriese - protagonista de “Il ragazzo invisibile. Seconda generazione” di Gabriele Salvatores - racconta qualcosa di sè. Della città in cui vive (definita da Mymovies “piccolo paesino in provincia di Treviso”). Delle sue passioni. Omettendo (vedi la classe?) nome e cognome della fidanzata

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×