21/10/2018pioggia debole

22/10/2018sereno

23/10/2018sereno con veli

21 ottobre 2018

Montebelluna

Veronese, cinque progetti europei per favorire il benessere degli studenti

Finanziamento da 30mila euro, le attività saranno di 30 ore ciascuna

commenti |

Liceo Veronese Montebelluna

MONTEBELLUNA - Al “Veronese”, cinque progetti europei per “crescere assieme” e star bene. Sono state le risorse del Fondo sociale europeo a portare al liceo di viale Della Vittoria una “boccata d’ossigeno” determinante per riuscire a mandare in porto alcune attività volte a favorire benessere e miglioramento scolastico degli studenti. Nel linguaggio tecnico il finanziamento rientra fra quelli legati al Pon, fondi europei volti a contrastare disagio e a favorire l’inclusione.

Dal punto di vista pratico si tratta di 30mila euro che hanno consentito al dirigente scolastico Rosita De Bortoli di attivare cinque diverse attività di 30 ore ciascuna.

 

I ragazzi, ad esempio, grazie a una di queste (counseling), sono supportati nel migliorare il proprio metodo di studio e l’apprendimento. Con una seconda si mettono in gioco nella coproduzione: alunni di età diverse scrivono, registrano, fotografano , approfondiscono vari temi, dalla storia all’attualità. C’è poi il teatro, veicolo per comunicare, recitare, ballare e cantare in inglese; non manca poi un progetto volto a favorire le competenze digitali.

L’ultimo punta sullo sport inteso come creatività e modo per migliorarsi. Una quindicina i docenti che hanno risposto all’appello, circa 150 i ragazzi, di tutte le classi ma soprattutto del biennio, coinvolte.

 

“Ho accolto la sfida che l’Europa manda all’Italia per una scuola più inclusiva, orientativa, innovativa e motivante -afferma il dirigente scolastico Rosita De Bortoli- Ci ho creduto e ci credo. Spiace solo che l’accesso a questi finanziamenti, oltre L’immane burocrazia che li sottende,permetta l’implementazione dell’Offerta Formativa per un numero precisato di studenti e di ore, così come previsto dall’Avviso di partecipazione.

Mi rimane nel cuore un sogno: che un giorno i Vertici capiscano che la scuola deve poter contare su risorse “ordinarie” per essere quotidianamente dalla parte di tutti i Nostri studenti. Nell’attesa, continuiamo con amore, impegno e dedizione...”.

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.944

Anno XXXVII n° 18 / 18 ottobre 2018

UNA FAMIGLIA SPECIALE

La famiglia speciale di Susanna e Tarcisio, che hanno accolto in casa Lucio e Antonio, gemelli cerebrolesi, Linda, neonata disabile, Eleonora, Manuela e Marco, facendoli diventare loro figli. Nonostante ne avessero già quattro…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×