18 ottobre 2019

Mogliano

Venne colpito con il calcio della pistola e costretto a consegnare i soldi: ma il colpo all'hotel rimarrà senza colpevoli

I fatti risalgono all'ottobre 2015, quando il 30enne portiere di notte fu vittima della rapina

commenti |

commenti |

MOGLIANO - Era l’ottobre 2015 quando due due uomini vestiti di nero e con il volto travisato da una calzamaglia, si introdussero nell’hotel Floris di Mogliano.

I due alle 3 di notte aggredirono il portiere, un 30enne di Mestre che si era trovato a tu per tu con i malviventi.

I quali, vista la reazione del ragazzo, lo colpirono con il calcio della pistola, forse una scacciacani, che avevano con loro.

E sotto minaccia fu costretto a consegnare loro 350 euro.

Quell’episodio, a distanza di quasi quattro anni non ha un colpevole. Dopo l’assoluzione in rito abbreviato di un primo soggetto, ieri in tribunale a Treviso è arrivato anche il proscioglimento del 28enne secondo imputato.

Qui l'episodio dell'ottobre 2015.

 

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×