23 settembre 2019

Treviso

Venetisti anti-fisco accusati di istigare a non pagare tasse

Perquisizioni anche a Treviso, 19 indagati

commenti |

TREVISO - Diciannove perquisizioni sono state compiute tra Vicenza, Treviso e Verona a carico di altrettanti venetisti, accusati di aver costituito una associazione per delinquere allo scopo di istigare i contribuenti a non pagare le tasse.

L'ipotesi, come riportano i giornali locali, è che il Comitato di liberazione nazionale del Veneto pianificasse riunioni offrendo assistenza per la disobbedienza fiscale, con l'obiettivo di disconoscere lo Stato italiano. Nel corso delle perquisizioni, ordinate dal procuratore di Vicenza Antonino Cappelleri, è stata sequestrata numerosa documentazione riguardante il Comitato.

 

La Procura contesta ad alcuni degli indagati anche il reato di diffamazione, per la pubblicazione nella pagina Facebook del gruppo di accuse contro la Guardia di finanza, filmata durante un controllo, con ingiurie nei confronti dei militari intervenuti.

L'inchiesta è partita da due sit-in attuati a Piovene Rocchette il 19 settembre contro lo sfratto di una famiglia e a Malo il 23 settembre a sostegno di un imprenditore.

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×