18/02/2018pioviggine

19/02/2018quasi sereno

20/02/2018nuvoloso

18 febbraio 2018

Benessere

Vaccini: virologi e Burioni su convegno biologi, no a dibattito anti-scienza.

AdnKronos | commenti |

Roma, 13 feb. (AdnKronos Salute) - Non si placano le polemiche sul convegno sui vaccini organizzato a Roma dall'Ordine dei biologi e in programma a marzo. Questa volta a intervenire è la Società Italiana di Virologia - Italian Society for Virology (Siv-Isv), in una nota firmata dallo scienziato e divulgatore Roberto Burioni, responsabile del gruppo di studio sulle vaccinazioni. "Si stigmatizza il fatto che una orientata scelta dei relatori sembra avere lo scopo di rinfocolare il dibattito sui vaccini in modo pregiudizialmente contrario alle più consolidate acquisizioni della scienza vaccinologica. Tale tipo di manifestazione - scrive Burioni - può solo ingenerare perplessità e dubbi in un pubblico di non addetti, distogliendo l’attenzione da quelli che sono gli enormi benefici che le vaccinazioni hanno garantito e garantiscono al genere umano".

"Le acquisizioni scientifiche possono sempre essere ridiscusse, ma con la forza di nuovi dati ottenuti con rigorosa sperimentazione e non con le semplici opinioni, anche di chi, in passato, ha professato scienza. È deplorevole che un Ordine professionale, che dovrebbe formare i giovani, promuovere cultura in ambito sanitario e soprattutto custodire la dignità della professione - sottolinea la nota della Società italiana di virologia - si discosti in termini così netti dal rispetto di queste elementari regole. Sono in causa non questioni di lana caprina, ma argomenti di vitale importanza per la salute e la sicurezza pubblica".

 



AdnKronos

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.929

Anno XXXVII n° 3 / 15 febbraio 2018

SI. CUCINO GLI INSETTI

Benvenuti nella cucina di Roberto. Dove le larve di caimano prendono il posto delle verdure pastellate e i muffin vengono prodotti con farina di grilli. Perché dato che forse sarà questo il cibo del futuro, tanto vale iniziare a sperimentare. E gustare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×