25/04/2019nuvoloso

26/04/2019temporale e schiarite

27/04/2019foschia

25 aprile 2019

Castelfranco

Uno schianto tremendo, Antonio ha perso la vita sul colpo. Aveva solo 42 anni e una grande passione per la moto

La sorella è passata casualmente sul luogo dello schianto

commenti |

CASTELFRANCO Abitava a Salvarosa Antonio Macrì, il 42enne di Castelfranco morto ieri dopo un tremendo schianto con la sua Ducati. L’uomo ha trovato la morte in via Circonvallazione Est, ai confini tra i comuni di Castelfranco e Vedelago.

C’è stato uno schianto tremendo con una Bmw, lui è volato ed è piombato a terra rimanendo immobile sull’asfalto.

L’arrivo dei soccorritori del 118 è stato del tutto inutile: non è rimasto altro da fare che constatarne il decesso.

L’impatto si è verificato all’altezza di via Cal del Bosco, l’auto e la moto andavano entrambe verso Castelfranco. Pare che l’auto stesse per svoltare in via Cal del Bosco e che il motociclista non sia riuscito a frenare.

Questa è quantomeno una prima ricostruzione dell’incidente, ma sulla dinamica si stanno ancora eseguendo accertamenti. Per i rilievi dell’incidente e per gestire la viabilità era giunta sul posto la polizia stradale.

 

Casualmente la sorella ed il cognato si sono trovati a passare da lì poco dopo l’incidente: hanno visto il casco a terra e l’hanno riconosciuto, capendo subito che si trattava proprio di lui.

 

Antonio Macrì lavorava come operaio alle Nuove Smalterie Castellane. La moto era una sua grandissima passione. Ci faceva delle belle gite, era molto orgoglioso della sua Ducati Panigale rossa. Era inoltre grande fan di Valentino Rossi ed andava spesso a vedere le gare di Moto Gp.

 

(Nelle immagini la moto di Antonio Macrì dopo l'incidente)

 

Leggi altre notizie di Castelfranco

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Castelfranco
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×