24/04/2019possibili piovaschi

25/04/2019nuvoloso

26/04/2019pioggia moderata

24 aprile 2019

Valdobbiadene Pieve di Soligo

UNA MULTA DA NAPOLI. MA E' UN ERRORE

Gli clonano la targa. E gli affibbiano una multa. Che non merita e che da 5 anni cerca di non pagare

| commenti | (4) |

| commenti | (4) |

Pieve di Soligo - Quello che sta vivendo e ci racconta il pievigino Severino Meneghin (in foto) è l’ennesimo caso di malaburocrazia e disservizio amministrativo.

Tutto ha inizio nel lontano marzo del 2004. Cinque anni fa Meneghin, dal Dipartimento Polizia Municipale di Napoli, riceve una notifica di sanzione amministrativa per infrazione alle norme sulla circolazione stradale; nello specifico, avrebbe violato l’Art. 7 comma 1 del Codice della Strada circolando su strada riservata alla circolazione dei mezzi pubblici.

Ma tre cose non “c’azzeccano”. Né Meneghin si è mai recato a Napoli e neppure la sua macchina, magari guidata da un famigliare, ha mai percorso le strade della città campana. Infine, da successivi contatti telefonici con l’ufficio della Polizia di Napoli, si è potuto appurare che il veicolo reo dell’infrazione era una Opel Corsa. Bisogna ora, per la precisione, dire che l’automobile di Meneghin non è un Opel Corsa, bensì una Fiat Punto grigio chiaro metallizzato. Quindi siamo in presenza di due differenti modelli di auto, però con lo stesso numero di targa. Ma neanche la constatazione di questo aspetto sembrerebbe essere servita ad interrompere le missive provenienti da Napoli.

Le notifiche sono continuate ad arrivare imperterrite e con esse i ricorsi che Meneghin ha spedito al Reparto Ruoli e Ricorsi della Polizia Municipale e al Prefetto di Napoli. Ma niente.

“Non ho intrapreso questa battaglia contro un disservizio burocratico per ragioni economiche. Avrei potuto – spiega Severino Meneghin – semplicemente pagare la contravvenzione e la vicenda avrebbe subito avuto termine, senza nessun fastidioso strascico e disagio. Ma no, mi sono detto. E’ una questione di onesta e principio. Perché devo accollarmi una colpa che non ho, pagare e ammettere così un’infrazione che non ho commesso (?!)”.

Sperando che questa odissea abbia finalmente termine, Meneghin è in attesa dell’arrivo della probabile quarta notifica.

Cirillo Lorenzetto

 

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Commenta questo articolo


salve. è la solita truffa che da anni viene perpretata, con il chiaro coinvolgimento di qualcuno delle istituzioni. Penso che non ci sia nulla da fare, poichè quando viene emessa la cartella esattoriale, tutto è quasi perduto....auguri comunque. se vuole sapere i dettagli della truffa, mi scriva a timacca@libero.it.

segnala commento inopportuno

Io invece lo pagata 6 anni fa costretto dall'ufficiale giudiziario, inutili i tentativi che ho fatto per recuperare i soldi, neanche quelli legali, solo una sera ho trovato un vigile del comune che mi ha confermato che la multa non era mia, ma di un'altro signore di Genova... misteri italiani.

segnala commento inopportuno

Non è e non sarà l'ultima volta. Sembra che, secondo certi magistrati, uno stupratore confesso viene messo agli arresti domiciliari (non potevano invece farlo stare in uno Hilton, poverino?) mentre un cittadino onesto, incolpato in maniera ASSOLUTAMENTE FALSA per un REATO INESISTENTE e DIMOSTRATO come tale, deve pagare altrimenti sono cavoli suoi...
e non c'è nessuna toga che se ne interessi (salvo forse previo pagamento di una barca di soldi?)

segnala commento inopportuno

L'unica cosa che non mi è chiara è se il sig. Severino abbia trasmesso ricorso entro i sessanta giorni dalla data di notifica al Prefetto di Napoli o al Giudice di Pace. C'è un palese vizio di nullità dell'atto in quanto i dati dell'autovettura sono discordanti. Bastava una fotocopia della carta di circolazione e tutto si risolveva, almeno credo. Bisognerebe capire bene dove si siano complicate le cose.

segnala commento inopportuno

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×