23 ottobre 2019

Mogliano

UN VOLTO NUOVO PER LA ROTATORIA EX NIGI

Presentati ieri in Provincia i progetti del concorso di idee

| commenti |

| commenti |

Mogliano - Presentati ieri in Provincia di Treviso (nella foto, la riunione) i progetti realizzati nell’ambito del concorso di idee lanciato dalla Provincia di Treviso per l’Ammodernamento a rotatoria del nodo denominato “ex Nigi” all’incrocio tra la S.S.13 Pontebbana (Terraglio) e la S.P. 65 “di Zero” a nord del centro abitato di Mogliano Veneto.

Alla conferenza erano presenti il presidente della Provincia di Treviso, l’assessore provinciale ai Beni Culturali e la Soprintendente ai Beni Architettonici e Paesaggio per il Patrimonio Storico Artistico di Venezia e Laguna, Renata Codello.

La volontà della Provincia di Treviso è stata quella di scegliere una soluzione sostenibile, che riduca l’impatto dell’opera con le componenti paesaggistico-ambientali dell’area.

L’Amministrazione Provinciale ha scelto allora di lanciare un Concorso di Idee per l’opera, coi requisiti obbligatori di posizione assiale rispetto al Terraglio e un diametro interno di 70 m.

La Commissione chiamata a valutare gli elaborati pervenuti era così composta: Maurizio Veggis (Dirigente Pianificazione Viabilità Provinciale - presidente), Arch. Renata Codello (Soprintendente Beni Artistici e Paesaggio per il Patrimonio Storico Artistico di Venezia e Laguna ed interim per le province di VE-BL-PD-TV), Arch. Manlio Brusatin (docente Universitario associato presso la facoltà di architettura di Alghero e Politecnico di Milano), Lucio Bottan (Coordinatore Infrastrutture Provincia), Arch. Francesca Susanna (Resp. Beni Culturali Provincia), Franco Serena (Verbalizzante). CLASSIFICA 5° Classificato: Arch. Stefano Battaglia di Venezia Mestre (in qualità di Capogruppo);

Arch. Adriano Marangon di Quinto di Treviso (TV) (in qualità di mandante), legale rappresentante dello Studio MADE ASSOCIATI di Treviso; Arch. Michela De Poli di Quinto di Treviso (TV) (in qualità di mandante), componente dello Studio MADE ASSOCIATI di Treviso; Ing. Michele Artusato di Treviso (in qualità di mandante), legale rappresentante della Società di Ingegneria AREA ENGINEERING srl di San Donà di Piave (VE); Arch. Marco Muraro di Vicenza (in qualità di mandante).

4° Classificato: Arch. Sebastiano Steffinlongo di Venezia, legale rappresentante della Società di Ingegneria METROPLAN Architettura Ingegneria srl di Venezia. 3° Classificato: Arch. Nicola Feriotti (Capogruppo) di Venezia Arch. Luca Castellani (Mandante) dello studio associato AREAPROGETTI di Mogliano Veneto (TV) Geom. Michele Granziero (Mandante) di Mogliano Veneto (TV)

3° Classificato: Arch. Nicola Feriotti (Capogruppo) di Venezia Arch. Luca Castellani (Mandante) dello studio associato AREAPROGETTI di Mogliano Veneto (TV) Geom. Michele Granziero (Mandante) di Mogliano Veneto (TV)

2° Classificato: Arch. Alex Braggion di Padova (in qualità di Capogruppo) Arch. Francesco Roccaforte di Udine (in qualità di mandante) Arch. Maddalena Poggi di Padova (in qualità di mandante) Arch. Joao Antonio Ribeiro Ferreira Nunes di Lisbona, legale rappresentante della Società PROAP ITALIA srl di Conegliano (in qualità di mandante) Arch. Dino De Zan di Conegliano (TV) (in qualità di mandante), legale rappresentante della Società di Ingegneria MOB-UP srl di Conegliano (TV)

1° Classificato: Arch. Toni Follina (Capogruppo) di TREVISO Ing. Antonio Martini (Mandante) dello Studio Ing. Martini srl di Mogliano Veneto (TV) Arch. Marco Coletti (Mandante) di Mogliano Veneto (TV).

“Come noto, la nostra filosofia progettuale per l’area del moglianese prevede una circonvallazione intorno alla città – spiega il presidente della Provincia di Treviso – A fine 2008 abbiamo inaugurato la Tangenziale Ovest e il prossimo passo sarà la Tangenziale Nord, che dalla futura rotatoria ex Nigi si collegherà direttamente alla tangenziale di Mestre liberalizzata.

Ecco allora il senso di questo concorso di idee, per dare un’impronta alla rotatoria e soprattutto tempistiche certe. Il progetto vincitore è stato selezionato da un comitato scientifico, tiene conto delle ville circostanti e valorizza così ancor di più il Terraglio, l’antica via napoleonica”.

“I progetti erano tutti di altissima qualità – ha proseguito l’assessore provinciale ai Beni Culturali – tenevano conto delle caratteristiche paesaggistiche dell’area”.

“Abbiamo voluto dare un’indicazione chiara – ha aggiunto la Codello – non abbiamo alibi coi regolamenti e preferiamo scegliere piuttosto che non farlo. È possibile realizzare grandi opere che tengano conto delle caratteristiche storico-architettoniche dei singoli territori”

 

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

immagine della news

11/05/2018

"Ex Nigi? Nessuna trattativa"

Sulla questione della possibile apertura di un supermercato, il Sindaco Carola Arena spiega la situazione: "Il nuovo Pat esclude la costruzione di un centro commerciale"

immagine della news

09/04/2018

Bonfica nell'area Ex Nigi

La zona è stata acquistata da una società provata nel 2016. Quale la destinazione d'uso?

immagine della news

10/10/2011

EX NIGI A "LUCI ROSSE"

Prostituzione e degrado nell'area dell'ex stabilimento, in attesa della definitiva riconversione

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×