10/12/2018velature sparse

11/12/2018sereno

12/12/2018quasi sereno

10 dicembre 2018

Vittorio Veneto

Turismo, cibo & cultura

Progetto innovativo dell'Alberghiero "Beltrame"

Pietro Panzarino - Vicedirettore | commenti |

VITTORIO VENETO - Al teatro "Da Ponte" questa mattina si è svolto un convegno con la partecipazione di molti studenti del Beltrame, insieme a tanti portatori di interesse legati al tema della giornata.

Ha moderato i lavori la giornalista Adriana Rasera, che ha sottolineato "l'aspirazione ad ottenere il riconoscimento Unesco per le colline del nostro territorio, che fanno da sfondo alla cultura, all' enogastronomia e alla storia dell'arte di questo territorio".

 

Nel portare il saluto la dirigente Letizia Cavallini ha ricordato "i molteplici e recenti riconoscimenti ricevuti dal Beltrame, come scuola territoriale dell'innovazione, che necessita di relazionarsi con gli operatori, attraverso percorsi significativi per le competenze, in modo da conoscere e valorizzare tutto il territorio".

 

Il sindaco Roberto Tonon ha detto che "il Beltrame riesce a declinare positivamente il trinomio turismo, cibo e cultura", in un luogo, il Da Ponte, sinonimo di cultura per la città. Questo atteggiamento propositivo è alla base dell' aumento notevole, a due cifre, della presenza degli studenti al Beltrame".

 

In tutta l'operazione, ha sottolineato Giovanni Follador, in veste di Presidente, "l' UNIPLI trevigiano è protagonista di un nuovo progetto di marketing territoriale, in collaborazione con il Gal Alta Marca", il cui presidente, Giuseppe Carlet, ha ricordato che, nonostante solo il 3% della popolazione conosce questa istituzione, riconosciuta dalla Comunità Europea, che ha finanziato tramite la Regione fondi per 5 milioni e € 600.000 euri, a favore del turismo, per l'agricoltura e la salvaguardia dell'ambiente. Inoltre ci sono bandi per diverse centinaia di migliaia di euro per attività extra-alberghiere, con contributi fino al 50%.

È intervenuto il consigliere provinciale Domenico Presti e, dopo di lui, l'assessore al Territorio, Cultura e Sicurezza della Regione Veneto, Cristiano Corazzari, che ha voluto sottolineare tra gli altri aspetti" la potenzialità dell'offerta di prosecco, che ha saputo raccontare la storia delle colline dell'alta marca trevigiana".

 

Il dottor Eugenio Comuzzi ha approfondito la tematica "il valore economico nei contesti complessi", sviluppando questi passaggi fondamentali:

1. sogno e passione, come carburanti di vita e d'impresa;

2. impresa e valori;

3. impresa, valore economico, value drivers.

Quindi ha invitato gli studenti e le generazioni che stanno formando la nuova società professionale e imprenditoriale a saper cogliere le nuove opportunità, che vanno ricercate per appropriarsene.

 

La dottoressa Roberta Garibaldi ha stralciato alcuni passaggi dal primo rapporto sul turismo enogastronomico, presentato il 23 gennaio scorso, evidenziando come "il 63% dei turisti italiani valuta importante la presenza di un'offerta e enogastronomica o di esperienze tematiche, quando sceglie la meta del viaggio".

In particolare l'Italia su tali parametri continua ad avvicinarsi alla media internazionale, mettendo in luce che bisogna "proteggere i prodotti e le ricette per fare in modo che non si perdano perché sono il nostro patrimonio".

All'interno delle regioni italiane in tale ambito si colloca la Toscana si colloca al primo posto, mentre la regione Veneto occupa l'ottavo posto.

 

Quindi il dr. Sergio Marini, presidente della fondazione Italia S.p.a, già presidente della Coldiretti dal 2007 al 2013, ha presentato il nuovo progetto " CiboVeritas", con l'obiettivo di creare un campo di libera discussione e approfondimento a proposito delle diverse verità sul cibo.

"Si vorrebbe riportare un po' di equilibrio e di buon senso in materia di cibo con tutti coloro che di cibo si occupano, perché troppo spesso l'informazione in materia di alimentazione viene spettacolarizzata e, talvolta, di fatto oggi ci si imbatte in alcune strumentalizzazioni, evidenziando spesso verità parziali: è un percorso evolutivo da cui bisogna guardarsi, perché può provocare danni parziali con l'uso e abuso di verità parziali".

Nella parte conclusiva del convegno c'è stata la presentazione di alcuni progetti riguardanti la sostenibilità di alcuni progetti da parte degli alunni del Beltrame, seguiti dalla presentazione di progetti da parte di alcuni docenti.

Nel pomeriggio, dopo il convegno, è stato organizzato un Educational Tour, che ha permesso di visitare diverse eccellenze dell'Alta Marca.

pietro.panzarino@oggitreviso.it

 



foto dell'autore

Pietro Panzarino - Vicedirettore

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×