20/08/2018quasi sereno

21/08/2018quasi sereno

22/08/2018quasi sereno

20 agosto 2018

Esteri

Trump e le strette di mano, che confusione

commenti |

Una stretta di mano decisamente inusuale. Dopo un primo momento di confusione, durante la foto scattata in occasione del 31esimo vertice ASEAN (l'Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico) Donald Trump si è lasciato andare e ha eseguito il 'saluto incrociato' tra il primo ministro vietnamita Nguyen Xuan Phuc e il presidente filippino Rodrigo Duterte.

E' un rapporto a volte complicato, quello tra il presidente statunitense e i protocolli ufficiali.

MERKEL - Tra i tanti momenti difficili basti ricordare quando lo scorso marzo, in occasione della visita di Angela Merkel alla Casa Bianca, c'è stato un misunderstanging con la cancelliera tedesca.

MACRON - A luglio, invece, rispondendo a una domanda sul suo rapporto con il presidente francese Emmanuel Macron, Trump ha detto che "è un gran tipo: brillante, forte e adora stringermi la mano".

SHINZO ABE - Qualche mese prima, con il premier giapponese Shinzō Abe, è stata la volta di una stretta un po' troppo insistita, come fatto notare da diversi media americani.

PAPA FRANCESCO - Nessun intoppo invece in occasione della visita del presidente Usa in Vaticano per l'incontro con papa Francesco: una stretta di mano tra il Santo Padre e Trump, sorridente, ha suggellato l'inizio del colloquio privato che i due hanno avuto nella Biblioteca privata del Palazzo Apostolico. Poi, mano nella mano con Melania, la coppia presidenziale ha visitato la Cappella Sistina.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×