06 dicembre 2019

Conegliano

Trovata la lettera dal campo di prigionia tedesco: è ancora sigillata, sarà aperta davanti ai discendenti dopo 101 anni

Non era mai arrivata a Godega la lettera inviata da Angelo Bortoluzzi. Venerdì sera sarà letta per la prima volta

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

Trovata la lettera dal campo di prigionia tedesco: è ancora sigillata, sarà aperta davanti ai discendenti dopo 101 anni

GODEGA DI SANT'URBANO - E’ rimasta sigillata per 101 anni, e non era mai arrivata a destinazione. Ma venerdì sera la lettera verrà finalmente aperta e letta ai discendenti del mittente: lui era Angelo Bortoluzzi, di Godega, che nel febbraio 1918 inviò una lettera dal campo di prigionia di Erlangen, in Baviera.

 

Non giunse mai a Godega, ma si conservò nel tempo: l’ha trovata il collezionista Tonino Fuser, ad un mercatino dell’antiquariato. Il contenuto verrà reso noto – ai discendenti di Bortoluzzi e ai presenti - per la prima volta venerdì 22 novembre alle 20.45, durante il ciclo di incontri di storia locale all’ex oratorio di Sant’Urbano, a Pianzano.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×