23/09/2018nuvoloso

24/09/2018quasi sereno

25/09/2018sereno

23 settembre 2018

Nord-Est

Troppi bimbi stranieri, circa 60 saranno espulsi dalla scuola materna

Stefania De Bastiani | commenti |

Si è preso anche i complimenti di Matteo Salvini, il sindaco di Monfalcone Annamaria Cisint, che ha deciso di espellere i bambini stranieri "di troppo" dalla scuola materna.

Cosa avranno mai combinato questi piccoli che hanno dai 3 ai 5 anni? Sono nati da genitori immigrati.

 

L’amministrazione leghista di Monfalcone ha fissato infatti un tetto massimo di presenza straniera nelle classi della scuola dell’infanzia: solo il 45% dei bimbi può avere origini non italiane.

 

Per contrastare quello che viene definito fenomeno delle “classi ghetto” è stata sottoscritta una convenzione tra la giunta e due istituti comprensivi cittadini. Sulla base di questo accordo una sessantina di bimbi a settembre rimarrebbe esclusa dalle scuole dell'infanzia e verrebbe spedita in altri comuni. Annamaria Cisint si è data da fare anche per assicurarsi che i bimbi stranieri di troppo vadano altrove. ”Ho già offerto e continuerò a offrire tuttora la messa a disposizione di uno scuolabus per accompagnare i bimbi nelle scuole dei comuni limitrofi, dove ci sono le classi e i numeri per accoglierli - ha dichiarato-. Mi sono rivolta a sindaci e dirigenti scolastici ma nessuno mi ha risposto".

 

Non sono mancate le reazioni. La Flc Cgil ha annunciato "un esposto in procura, al Garante dei Minori, all'ufficio per la tutela dei minori a livello nazionale".

Felice invece Matteo Salvini: “Bravo il sindaco (leghista) di Monfalcone - ha scritto si Facebook - occorre rispettare un limite massimo di bimbi stranieri per classe”.

 



foto dell'autore

Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

immagine della news

27/03/2017

Bocciati. Dal vescovo

Spirito democratico e virtù dell’accoglienza? Per il vescovo Pizziolo non brilliamo in questo senso. Non siamo i primi della classe

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×