24/05/2018possibile temporale

25/05/2018quasi sereno

26/05/2018parz nuvoloso

24 maggio 2018

Treviso

A Treviso una due giorni dedicata al mercato delle eccellenze più grande d'italia

Negli spazi dell'ex Pagnossin, il 26 e 27 maggio due giorni di emozioni enogastronomiche, incontri gourmet, laboratori didattici e acquisti consapevoli

commenti |

TREVISO - Sale l’attesa per l’apertura al pubblico degli spazi dell’ex Pagnossin a Treviso. Nel weekend del 26 e 27 maggio è infatti organizzata una due giorni nella quale il progetto di rigenerazione dell’area “OpenDream” aprirà le porte al pubblico per la prima volta. I due filoni dell’attività sui quali saranno accesi i riflettori sono già definiti. Il primo sarà il mercato delle eccellenze, dove un centinaio di produzioni legate al food e al vino di nicchia metteranno in scena le emozioni del gusto, lo spazio perfetto per far la spesa di prodotti di qualità che altrimenti sarebbe difficile portare sulle proprie tavole.

Il secondo filone invece è una novità assoluta, è la presentazione dell’hub del turismo green, un progetto dedicato a creare in quest’area un baricentro culturale e logistico incentrato sul focus dell’healthy e del vivere slow che si sta imponendo nei trend del turismo sostenibile. Per presentare l’iniziativa, Damaso Zanardo, imprenditore e mente del progetto, ha organizzato un convegno che spiegherà l’economia dietro al cicloturismo. “Diventeremo un attrattore di turismo, un polo di incoming dal quale poi si dirameranno proposte green e slow in tutto il Veneto”, spiega.

Nell’attesa che il progetto dell’hub del turismo slow arrivi a definitivo compimento, gli spazi dell’ex Pagnossin si mettono in mostra per la prima volta al pubblico nella due giorni del 26 e 27 maggio, con un evento ideato da Angelica Volta e organizzato in collaborazione con Patrizia Loiola, degustatrice Slowine e winetrainer, e di Mimmo Di Vasta, selezionatore di prodotti agroalimentari con il marchio Pane Sale & Olio. “Abbiamo deciso di radunare i maestri del buon cibo e del vino di nicchia nel più grande mercato d’Italia dedicato alle eccellenze”, spiega Volta. “Sarà una due giorni dedicata agli acquisti consapevoli e alla formazione enogastronomica”.

Protagonisti dunque i produttori di eccellenza, una cinquantina quelli specializzati nel cibo. Ma prima dell’acquisto di formaggi o ortaggi, sarà possibile assaggiare le primizie: i food truck presenti permetteranno infatti la degustazione e proporranno ricette regionali. Protagonista sarà anche il vino: OpenFood ospiterà infatti il primo mercato territoriale dei Vignaioli indipendenti trevigiani aderenti alla Fivi insieme ad alcuni loro colleghi da tutta Italia. Una quarantina le cantine dove sarà possibile degustare calici e acquistare bottiglie. Accanto a loro, anche alcune espressioni collegate al mondo della birra artigianale.

Per gli appassionati di enogastronomia, poi, la due giorni sarà perfetta per seguire anche i laboratori formativi. Ne citiamo alcuni: Angela Maci condurrà quello sull’arte della pasta, ma si parlerà anche di tiramisù con l’Assocuochi di Treviso. Grande divertimento poi per i bimbi che potranno immergersi nel mondo della decorazione dei dolci con Maria Bonaria Curcu. Da segnalare ancora la tavola rotonda con i Vignaioli indipendenti trevigiani e il laboratorio per i finger food.  Le storie dei singoli produttori protagonisti di OpenFood saranno narrate attraverso i canali social di OpenDream Food. Per dettagli e ulteriori informazioni: www.opendreamfood.it.

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.936

Anno XXXVII n° 10 / 24 maggio 2018

VI RACCONTO UNA FAVOLA. LA MIA

La strada verso Iasi. Abbandonata alla nascita in Romania, Georgiana viene adottata a 7 anni da un imprenditore di Vittorio Veneto e dalla moglie. Poi il padre muore, e lei parte alla ricerca delle sue origini…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×