20 settembre 2019

Treviso

A TREVISO RADDOPPIA LA CASSA INTEGRAZIONE

Confortin:"Molti a rischio di disoccupazione permanente"

Stefania De Bastiani | commenti | (1) |

TREVISO – Con il mese di Dicembre 2011 si chiude il terzo anno consecutivo di crisi economica nel Veneto e nella Marca Trevigiana. Dai dati elaborati nel rapporto Uil di Dicembre 2011 emerge che in valori assoluti è il Veneto con 2,8 milioni di ore la Regione che nel mese appena concluso registra il maggior numero di ore di Cassa in Deroga.

Inoltre, nella sola Marca, l’ultimo mese dell’anno ha visto il raddoppio di ore di Cassa Integrazione Ordinaria, passate da 392.353 a 759.523 (+93%), rispetto al mese precedente. Un valore che ha vanificato i benefici occupazionali che invece sono giunti dalla Cassa Integrazione Straordinaria e in Deroga, entrambe risultate in calo rispettivamente del 14,3% e del 30%, ma non abbastanza da compensare il saldo mensile finale (+0,7%) che pone Treviso tra le sole tre province venete (insieme a Bellunoe a Vicenza) ad aver fatto registrare un aumento. Nel bilancio annuale 2011 il Veneto è stata la terza Regione (circa 87 milioni di ore) ad aver richiesto il maggior numero di ore di CIG, alle spalle di Lombardia  e Piemonte.

“Gli ultimi dati del 2011 - commenta il segretario provinciale di Uil di Treviso Antonio Confortin -  non solo confermano lo stato di disagio del nostro sistema economico e produttivo, ma anche come lo strumento principe tra gli ammortizzatori sociali, cioè la Cassa Integrazione, abbia contribuito ad attenuare l’inevitabile impatto negativo sull’occupazione. Il permanere però dell’ampio utilizzo della Cig Straordinaria e della Cig in Deroga segnala come ci sia un fortissimo rischio di un travaso verso uno stato di disoccupazione permanente per molte persone. Quindi ci aspettiamo che il governo Monti metta al più presto in opera non solo le urgenti misure per la “crescita” ma anche più efficaci politiche di qualificazione, riqualificazione per ricollocare i tanti lavoratori che sono seriamente a rischio espulsione definitiva”.

 



foto dell'autore

Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Il PIL aumenta, la crisi stà finendo, non è possibile che a treviso ci sia questa situazione...
O no??
Secondo voi chi ha ragione.... I fatti? o Le statistiche??

segnala commento inopportuno

Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

21/06/2018

All'asta il mobilificio Vittoria

Crisi economica, la storica attività di Ormelle ha chiuso i battenti lo scorso anno dopo quasi 50 anni di attività

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×