11/12/2017pioggia

12/12/2017pioviggine

13/12/2017nuvoloso

11 dicembre 2017

Treviso

Treviso capoluogo più riciclone d'Italia

Anche Castelcucco e Trevignano tra i migliori Comuni del Veneto

commenti |

TREVISO - Treviso è il Comune capoluogo più riciclone d'Italia, il primo del Veneto. Giovedì a Roma si sono svolte le premiazioni del concorso nazionale “Comuni Ricicloni 2016”, l’iniziativa di Legambiente che ogni anno premia amministrazioni e comunità locali che hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti.

Oltre ad essere dichiarato “Riciclone”, Treviso è al primo posto tra tutti i capoluoghi d’Italia per la buona gestione dei rifiuti urbani, un’ulteriore testimonianza che la raccolta porta a porta, avviata in tutta la città due anni fa, funziona e porta ottimi risultati.

Treviso in due anni ha già raggiunto l'85,26% di raccolta differenziata e i 56 kg di rifiuti prodotti procapite. Ben al di sotto dei 75 che sempre Legambiente fissa da quest'anno come parametro per definire un comune 'riciclone'.

"Questo premio è prima di tutto dei miei cittadini - ha dichiarato il sindaco Giovanni Manildo - Sono davvero felice del risultato perché la raccolta differenziata è sempre stato uno degli obiettivi del nostro mandato amministrativo. Il fatto che in un tempo così rapido Treviso abbia raggiunto questi risultati dimostra come il sistema di raccolta porta a porta, sviluppato da Contarina e dal Consorzio Priula - di cui fanno parte 50 comuni - funzioni e in modo particolare come i nostri cittadini siano stati capaci di cambiare le loro abitudini e di adottare un nuovo sistema per provare, insieme, a lasciare il nostro pianeta migliore di come lo abbiamo trovato".

Anche Franco Zanata, Presidente di Contarina, esprime la propria soddisfazione: “I risultati che emergono da questa 24esima edizione di Comuni Ricicloni sono innegabili e dimostrano come il sistema di gestione dei rifiuti applicato da Contarina sia valido ed efficiente".

Nelle altre categorie del Veneto, vincono sempre i Comuni del nostro territorio: Castelcucco è primo tra i Comuni sotto i 10.000 abitanti – primo Comune a superare il 90% di raccolta differenziata, mentre Trevignano è il migliore nella sezione sopra i 10.000 abitanti. Nella classifica generale del Veneto, fra i primi 20 Comuni 13 sono serviti da Contarina.

“Questo è un riconoscimento prestigioso e importante, un’ulteriore testimonianza del valore e dell’efficacia del lavoro svolto e del costante impegno di cittadini e Amministrazioni nella tutela ambientale" – commenta soddisfatto il presidente del Consiglio di Bacino Priula Giuliano Pavanetto

Un vero e proprio successo, nonostante i criteri di valutazione siano stati più stringenti rispetto alle edizioni passate. Per essere certificati come “ricicloni”, da quest’anno i Comuni - oltre a dover superare la soglia del 65% di raccolta differenziata, dato che nel nostro territorio è ampiamente superato da tempo – devono anche ridurre la produzione di secco non riciclabile, mantenendola sotto i 75 kg/ab all’anno. Con questi nuovi parametri i Comuni certificati come Ricicloni sono solo 500 su 8mila Comuni presenti in tutta Italia, solo il 6,3%. In Veneto, invece, il dato è completamente ribaltato e la percentuale sale al 35%; i Comuni Ricicloni e rifiuti free sono 204 su 579, a testimonianza che il nostro territorio, e in particolare la Marca trevigiana, rappresenta un vero distretto green, capace di investire e innovare nel settore della sostenibilità ambientale.

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

01/09/2017

All'Ecocentro borse ecologiche gratis

Iniziativa di comune e Veritas per incentivare la raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Mogliano ne produce annualmente 12.500 tonnellate

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.926

Anno XXXVI n° 22 / 14 dicembre 2017

LE NOVITA' DELL'ANNO CHE VERRA'

2018. Le novità dell’anno che verrà

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×