19 luglio 2019

Montebelluna

Trevignano, rivoluzione in centro: al Comune metà parcheggio della chiesa

Il parcheggio della festa del Palio diventa della Parrocchia

commenti |

terreno parrocchia

TREVIGNANO - Metà del parcheggio della Chiesa parrocchiale di Trevignano in cambio del terreno dove si svolge la festa del Palio del Batar Panoce. Sta per realizzarsi, dopo due decenni di attesa, l'operazione di permuta che vede coinvolti il Comune e la Parrocchia di Trevignano, oltre alla società Postumia Cave Srl. Il Consiglio Comunale di Trevignano sarà chiamato domani mattina ad approvare la convenzione che vede protagonisti i tre soggetti, e che porterà finalmente ordine all'interno delle rispettive proprietà. Da un lato il privato, la Postumia Cave Srl, dando seguito a una convenzione sottoscritta nel 2011, formalizzerà la cessione della propria porzione di terreno, che si trova a est del campo sportivo parrocchiale, al Comune.

 

Terreno già di fatto da anni concesso in uso all'ente e alla parrocchia per l'organizzazione della festa del Palio. Contemporaneamente, il Comune cederà la stessa porzione di terreno alla parrocchia in cambio di metà del parcheggio della chiesa (la parte sud) che insiste su via Monsignor Mazzarolo. Grazie a questa permuta, la parrocchia potrà disporre, a titolo di proprietaria, dell'intero compendio che va dalla chiesa fino al confine nord con via Brentella, potendo disporre finalmente in maniera autonoma del terreno, adibito a parcheggio sterrato per la festa del Palio. D'altro canto il Comune porta a casa un parcheggio, già urbanizzato, in pieno centro, nei pressi di Villa Onigo e non lontano dall'area acquisita per la realizzazione della nuova rotatoria.

 

"È un momento storico per la nostra comunità - racconta il Sindaco, Ruggero Feltrin - che permette di aprire nuovi ragionamenti di sviluppo sia per quanto riguarda le attività parrocchiali, ma anche per il futuro del centro del paese. Un traguardo, che è anche un nuovo punto di partenza, a cui si è giunti dopo oltre due decenni di lavoro, del quale devo ringraziare anche chi ci ha preceduti in amministrazione. Finalmente gli ostacoli che hanno sempre impedito l'operazione sono stati superati, permettendoci di guardare avanti con maggiore respiro e autonomia".

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×