26/09/2018sereno con veli

27/09/2018sereno

28/09/2018sereno

26 settembre 2018

Mogliano

Tremila vittime italiane, Mogliano si ferma per il Giorno del Ricordo

Sabato 10 febbraio alle 10.30, in Piazza Caduti interverranno il Sindaco, Carola Arena, e il Generale Giuseppe Frascella

commenti |

piazza Caduti a Mogliano

MOGLIANO - Mantenere vivo il ricordo di una delle pagine più tristi della storia recente.

Con questa finalità la città di Mogliano ha programmato l’annuale commemorazione del “Giorno del ricordo”, istituito nel 2005 in memoria delle vittime delle foibe e degli esuli istriano-dalmati costretti ad abbandonare le loro case dopo la cessione di Istria, Fiume e Zara alla Jugoslavia, a seguito della sconfitta dell’Italia nella seconda guerra mondiale.

Nelle foibe i partigiani comunisti titini gettarono, tra il 1943 e il 1945, più di 3000 italiani, su un totale complessivo di 80.000 vittime, per lo più croate e slovene.

Sabato 10 febbraio alle 10.30, in Piazza Caduti interverranno il Sindaco, Carola Arena, e il Generale Giuseppe Frascella, per la commemorazione ufficiale che l’Amministrazione comunale ha promosso con la collaborazione delle Associazioni combattentistiche e d’arma, l’Associazione Mojan, l’ANPI, la Croce Rossa Italiana, la Pro Loco di Mogliano Veneto e l’Unuci.

 

Leggi altre notizie di Mogliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×