25/04/2019pioviggine

26/04/2019pioggia

27/04/2019quasi sereno

25 aprile 2019

Cronaca

La tragedia di Stefania, uccisa in un garage e bruciata

commenti |

Un anello nuziale per riconoscere il corpo martoriato della mamma di Gorlago. Si chiude così, nel modo peggiore, la scomparsa di Stefania Crotto, lontana da casa dallo scorso 17 gennaio e ritrovata carbonizzata nelle campagne di Erbusco, nel bresciano. Una scomparsa trasformata in un atroce delitto che da ieri vede coinvolta nell'indagine una donna, Chiara A. La pista sarebbe quella del delitto passionale.

A riportare le tappe della vicenda e la ricostruzione degli inquirenti è L'Eco di Bergamo.

 

LA RICOSTRUZIONE - Secondo il quotidiano locale, la vita di Stefania si sarebbe conclusa in un garage di Gorlago. La donna sarebbe stata uccisa a martellate per poi essere caricata nel baule di un'auto e portata nelle campagne di Erbusco, dove in seguito è stato dato fuoco al suo corpo. Un corpo martoriato, quello di Stefania, che è stata identificata grazie alla fede che portava al dito: all'interno dell'anello era presente la scritta con il nome del marito e la data del loro matrimonio avvenuto nel 2002.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×