18 ottobre 2019

Treviso

Tortura l'anziano padre con delle scosse elettriche al volto, condannato a tre anni un artigiano di Treviso

commenti |

commenti |

TREVISO - Afferra il padre e lo trascina in bagno, dove inizia a torturarlo con un taser artigianale al volto e alla testa. Un 50enne artigiano di Treviso si è macchiato di atti terribili contro il padre di 85 anni, il 29 aprile del 2017. L’uomo è stato condannato a 3 anni di reclusione con rito abbreviato.

 

I due dopo la morte della moglie dell’anziano e madre dell’imputato vivevano assieme. Diverse sono le angherie che ha dovuto sopportare l’85enne da parte del figlio, che ha iniziato a essere sempre più violento. Fino alla sera del 29 aprile di due anni fa, quando il 50enne ha afferrato il padre, lo ha portato in bagno e tenendolo per il collo ha iniziato a torturarlo con una serie di scosse elettriche al volto e alla testa con un taser artigianale.

 

L’anziano ha supplicato più volte il figlio di lasciarlo andare. La tortura è proseguita per circa 5 minuti, poi la vittima è stata spinta violentemente contro la vasca da bagno.

 

L’85enne ha deciso di denunciare il figlio che è stato arrestato, scarcerato e sottoposto alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare.

 

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×