19 novembre 2019

Mogliano

Tolto lo striscione per Regeni, il centrosinistra insorge

Era stato issato nell'aprile 2016. Il sindaco: "Era rovinato"

commenti |

commenti |

la presentazione dello striscione a Mogliano tre anni fa

MOGLIANO - Via lo striscione, arrivano le polemiche. Rimosso qualche giorno fa dal parapetto del municipio lo striscione della campagna di Amnesty International: “Verità per Giulio Regeni”.

La decisione del sindaco Davide Bortolato non è piaciuta al centrosinistra, che insorge nei social e in piazza.

Il sindaco, che votò la mozione nel 2016 (“anche se non era espressamente segnalato di doverlo appendere sulla facciata del municipio”) ha segnalato che ormai lo striscione era rovinato e non era decoroso tenerlo così sulla facciata del palazzo municipale.

Un episodio che non è isolato, visto che striscioni identici sono stati tolti da altri palazzi, ad esempio quello della regione Friuli Venezia Giulia.

Da qui la protesta di diversi esponenti del centrosinistra come Jacopo Gerini, Dario Campigotto e Giacomo Nilandi che, condannando il gesto, sperano che lo striscione venga rimesso quanto prima. E nei social infuria la polemica.
 

 

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×