01/10/2014pioggia debole

02/10/2014nebbia e schiarite

03/10/2014quasi sereno

01 ottobre 2014

LA TENDA TV RITORNA SUL DIGITALE

Da domenica 17 aprile riprendo le trasmissioni dell'emittente di Santi Pietro e Paolo

VITTORIO VENETO - Riprendono, da domenica prossima, 17 aprile, le trasmissioni de La Tenda TV, la TV di strada di Santi Pietro e Paolo nata nel 2007 e che lo scorso 28 novembre, a causa del passaggio dal sistema analogico a quello digitale, ha dovuto momentaneamente sospendere le sue trasmissioni televisive.

Il team di giovani, coordinati da Federico Campodell'Orto e dal parroco don Fabrizio Mariani, è pronto per l'atteso ritorno sugli schermi dopo un accordo siglato con l'emittente Eden TV che ha concesso loro una delle frequenze digitali.

Già in questi giorni, risintonizzando il proprio decoder digitale, è possibile trovare il canale dedicato a La Tenda TV, Tv di strada che in questi quattro anni di attività si è fatta conoscere non solo nel  suo quartiere, ma in tutta la città e anche fuori i confini comunali. Ora, con il digitale, non solo la zona sud di Vittorio Veneto potrà seguire le varie trasmissioni, ma anche il centro e parte di Serravalle. Rimangono ancora scoperte le aree di Sant'Andrea e quella a nord, che comunque potranno seguire alcune delle trasmissioni sul canale Eden TV 3 oppure sul sito internet della TV.

Alcuni dei giovani del La Tenda TV insieme a don Fabrizio

«Lo scorso 28 novembre con il passaggio al digitale - ricorda Federico Campodell'Orto, ideatore della tv che vede impegnati gratuitamente una decina di giovani dai 18 ai 33 anni - abbiamo chiuso le nostre trasmissioni, proponendo comunque dei servizi sul nostro sito internet. Abbiamo atteso che il sistema si stabilizzasse e ora, dopo aver risolto dei problemi di natura tecnica ed economica, siamo pronti per ripartire».

La Tenda TV riprenderà le sue trasmissioni domenica con la diretta alle 10,30 della S. Messa delle Palme dalle chiesa parrocchiale, per poi proseguire con le altre rubrica, da "Ss. Pietro e Paolo Informa" e "Mondo Cattolico", ma anche con nuovi progetti, come degli spaccati di vita diocesana dagli anni '50 in poi che il team di giovani farà rivivere accedendo all'archivio diocesano oltre alla diretta delle messe anche da altre parrocchie. «L'adeguamento, ovvero l'acquisto di un ripetitore digitale terrestre - continua Federico - ci è costato circa 8 mila euro finanziato per la quasi interezza dalla parrocchia e dalle offerte raccolte in questi mesi».

«La Tenda TV - ricorda don Fabrizio che fin dall'inizio ha creduto nel progetto di questi giovani - è partita come una scommessa e nel corso dei mesi abbiamo ricevuto una buona risposta dalla comunità». Sono tante infatti le persone, soprattutto anziani, che seguono le varie trasmissioni. Visto il successo, nel corso di questi anni, qualche parrocchia si è dimostrata interessata al vostro progetto? «Nessuno ad oggi. Gli altri preti - chiosa don Fabrizio - non hanno colto la ricchezza di questa TV, il suo aspetto pastorale».

 

 

 


Data pubblicazione:
Ultima modifica:

Claudia Borsoi

Commenta questo articolo


Sto risintonizzando.
Ben tornati e complimenti!

segnala commento inopportuno

Ce l'avete fatta!
Complimenti vivissimi, risintonizzerò con gioia.

Adriano Botteon

segnala commento inopportuno

Complimenti davvero!!

PS: Siccome ho notato svariate volte l'utilizzo improprio da parte della giornalista Borsoi del termine "chiosare", spero non si dispiaccia se glielo faccio notare.
Scrive tanto bene, ma questo "chiosa" che usa spesso, dà proprio fastidio.
chiosare: Spiegare e interpretare un testo per mezzo di chiose o annotazioni; estens. commentare un testo

segnala commento inopportuno

Gli altri preti non hanno colto neanche la ricchezza del Consiglio Pastorale Foraniale. Cosa ne pensa Don Fabrizio?

segnala commento inopportuno

Dello stesso argomento

I più Letti

del giorno
della settimana
del mese

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Per Renzi l'articolo 18 è un privilegio riservato solo ad alcuni lavoratori quindi da eliminare. Che ne pensi?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.855

Anno XXXIII n° 18 / 25 settembre 2014

Un po' di Islam. In affitto

A tu per tu (e a piedi scalzi se ci si trova nella sala di culto, maldestramente chiamata “moschea”) con i musulmani trevigiani. Che qui abitano, pregano (dove possono), lavorano.

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×

Attenzione! è necessario loggarsi al sito per completare la procedura



×