06 dicembre 2019

Esteri

Telefonini come una droga, giovani nel panico se glieli tolgono

commenti |

commenti |

Telefonini come una droga, giovani nel panico se glieli tolgono

Sempre incollati al telefonino, che ormai, secondo molti genitori, è diventato come una droga per i nativi digitali? A testimoniare la realtà della 'dipendenza da smartphone' è uno studio britannico condotto fra i giovanissimi: secondo l'indagine, i ragazzi ormai finiscono 'in preda al panico' o si sentono turbati quando si nega loro il cellulare. O magari quando scoprono all'improvviso che non c'è campo, né il wifi. Quasi un quarto dei giovani è talmente attaccato al proprio smartphone da aver sviluppato una dipendenza, suggerisce la ricerca degli psichiatri del King's College di Londra.

 

Inoltre i giovani non sembrano in grado di controllare la quantità di tempo che trascorrono al telefonino, spiegano gli studiosi, mettendo in guardia sulle "gravi conseguenze" per la salute mentale. La ricerca, pubblicata su 'Bmc Psychiatry', ha analizzato 41 studi che hanno coinvolto 42mila giovani in un'indagine sull'uso problematico degli smartphone. La maxi-analisi ha rilevato che il 23% aveva un comportamento coerente con una forma di dipendenza, come l'ansia se non si è in grado di usare il telefono, non riuscire a ridurre il tempo trascorso tra chat e messaggi, o arrivare a utilizzare i cellulari così tanto da incidere negativamente su altre attività. Un simile comportamento eccessivo configurerebbe una vera e propria dipendenza, e potrebbe essere collegato ad altri problemi, afferma la ricerca: stress, depressione, mancanza di sonno e risultati scolastici ridotti.

 

 "Gli smartphone sono qui per restare e c'è bisogno di far luce sulla prevalenza dell'utilizzo problematico", afferma uno degli autori del lavoro, Nicola Kalk dell'Istituto di Psichiatria, psicologia e neuroscienze del King's College di Londra. "Non sappiamo se è lo stesso smartphone a creare dipendenza o le app che le persone utilizzano", continua Kalk. "Tuttavia, è necessario sensibilizzare l'opinione pubblica sull'uso dello smartphone nei bambini e nei giovani, e i genitori dovrebbero essere consapevoli di quanto tempo i loro figli trascorrono al telefonino". Come ha ricordato la collega Samantha Sohn, le dipendenze "possono avere gravi conseguenze sulla salute mentale e sulla vita quotidiana, quindi - ha detto alla Bbc online - è necessario approfondire le indagini sull'utilizzo problematico degli smartphone".

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×