18 ottobre 2019

Esteri

'Talpa' scuote la Casa Bianca

commenti |

commenti |

Joe Biden all'attacco di Donald Trump nella vicenda del 'whistleblower', l'ultima polemica in ordine di tempo, che si è abbattuta sulla Casa Bianca. L'ex vice presidente e candidato alla nomination democratica chiede al presidente Usa di rendere pubblica la trascrizione della telefonata nella quale avrebbe fatto una promessa "inappropriata" a un leader straniero. "Come minimo, Donald Trump dovrebbe rilasciare immediatamente la trascrizione della telefonata in questione, così che gli americani possano giudicare da soli" ha affermato Biden su Twitter.

 

Secondo vari media Usa, la Casa Bianca è accusata di aver spinto l'Ucraina ad aprire un'indagine su Biden. La vicenda è emersa nei giorni scorsi, quando il 'Washington Post' ha riportato che un funzionario dell'intelligence Usa avrebbe presentato un rapporto al Congresso nel quale si fa riferimento ad una telefonata tra Trump e il nuovo presidente ucraino, Volodymyr Zelensky.

 

Biden chiede a Trump di "dare indicazioni all'Ufficio del Direttore della National Intelligence di smetterla di fare resistenza e rendere pubblica la denuncia fatta al Congresso". Per Biden, "se queste notizie sono vere, allora non c'è veramente alcun limite alla volontà di Trump di abusare dei suoi poteri e umiliare il nostro Paese".

Trump ha definito la vicenda un "attacco politico" dei suoi avversari e ha negato qualsiasi comportamento illecito. Per il presidente Usa, il 'whisteblower', la 'talpa' che ha presentato la denuncia al Congresso, è "fazioso" mentre le sue conversazioni con i leader stranieri "sono sempre appropriate". Giovedì, nell'ambito dell'indagine aperta dal Congresso, un alto funzionario dell'intelligence della Casa Bianca testimonierà sulla vicenda davanti alla commissione Intelligence della Camera dei Rappresentanti.

 

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×