22/09/2017quasi sereno

23/09/2017parz nuvoloso

24/09/2017rovesci e schiarite

22 settembre 2017

Castelfranco

SUICIDA SUI BINARI A RESANA

È accaduto alle 7,30. Treno bloccato

| commenti | (1) |

| commenti | (1) |

RESANA – Suicida sui binari a Resana. Questa mattina verso le 7,30, una donna di 63 anni ha deciso di togliersi la vita gettandosi sotto un treno che arrivava dalla stazione ferroviaria di Castelfranco ed andava verso Resana, paese in cui risiedeva.

È accaduto a circa trecento metri dalla stazione di Resana.

Il treno è rimasto bloccato per consentire la rimozione della salma.

Sul posto la guardia medica per la constatazione del decesso e la polizia ferroviaria. Disagi al traffico ferroviario per oltre un'ora.

 

Commenta questo articolo


che aiutare seriamente le persone "sole" creando aiuto di sostegno e considerando seriamente il livello di benessere e di necessità delle persone la cui dignità non permette di chiedere aiuto. mi chiedo, essere capaci di essere veramente efficaci quando si vede un malessere, quanto costa organizzare una struttura che permetta alle persone sole di avere un punto di riferimento, dove abbandonare il passato per essere accolti negli ultimi anni di vita in un ambiente sano e raccolto di poche persone, piccola compagnia e nel rispetto. una struttura per persone sole. una pet therapy per gli anziani. una casa comune per le persone che non hanno nessuno. ma le amministrazioni non ci arrivano a pensare a dei servizi idonei per le persone sole di questi anni? meglio le feste paesane sempre la stessa musica.

segnala commento inopportuno

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×