23/01/2019nevischio

24/01/2019parz nuvoloso

25/01/2019quasi sereno

23 gennaio 2019

Treviso

Sotto la Loggia vietato giocare

L'amministrazione pronta a modificare il regolamento sul decoro urbano, M5s:"Pura propaganda che non risolve alcun problema”

Isabella Loschi | commenti |

TREVISO - Sotto la Loggia dei Cavalieri sarà vietato sedersi sui parapetti, consumare cibi e bevande, giocare, appoggiare le biciclette, correre con i pattini, e utilizzare qualsiasi tipo di accessorio che possa creare danno. La giunta Conte si appresta ad approvare le modifiche al regolamento di polizia urbana per dare una stretta a quello oggi in vigore.

Modifiche cha hanno raccolto una pioggia di critiche dall’opposizione. “Le regole per tutelare i monumenti della città come la Loggia siano già inserite nel regolamento” - sottolineano i consiglieri del Pd- “Basterebbe farle rispettare”.

Anche il movimento 5 stelle di Treviso va già pesante contro l’amministrazione: "Pura propaganda che non risolve alcun problema” - sostiene il consigliere Domenciao Losappio (M5s) - Chiunque – noi per primi – desidera che la Loggia dei Cavalieri sia tutelata. Anzi, che tutti i monumenti siano tutelati. Ma un’attenta lettura del regolamento di Polizia già oggi in vigore svela chiaramente che non solo nella Loggia, ma in tutte le aree del Comune di Treviso, sono vietate attività moleste e contrarie al decoro".

"È evidente - accusa Losappio - che l’operazione promossa dal consigliere Acampora è mera propaganda, aria fritta che serve da un lato a dare l’impressione che si stia usando il pugno di ferro per ripristinare l’ordine in città, dall’altro a non parlare dei veri (e gravi) problemi di Treviso. Se davvero si vuole tutelare la Loggia e allontanare chi la sporca o vi svolge attività non consone sono necessari maggiore vigilanza e un calendario fitto di attività pensato soprattutto per bambini e giovani per renderla un luogo vivo e da allontanare eventuali disturbatori”. Al contrario, fra le novità che si vogliono introdurre nel regolamento c’è il divieto “assoluto” di svolgere sotto la Loggia “qualsiasi gioco” : dobbiamo quindi immaginare bambini multati perché si rincorrono o perché si scambiano le figurine? Non era Mario Conte che in campagna elettorale diceva di volere una città inclusiva? È questo il modo? Impedendo ai bambini di giocare sotto alla Loggia?”.

Alle critiche risponde il consigliere di Forza Italia Davide Acampora, promotore della proposta di modifica del regolamento: “E’ evidente che il provvedimento non è per niente una discriminante contro la libertà dei bambini di giocare: ci sono decine di parchi e piazze dove essi possono divertirsi e vivere la propria infanzia serenamente, ma sotto un monumento del 1200 ciò non sarà più permesso in nome di un rispetto fondamentale per il nostro patrimonio culturale-artistico-architettonico”. “Vorrei sapere - chiede Acampora - se a Roma è permesso giocare a "guardia e ladri" sul monumento dedicato al Milite Ignoto, oppure andare con i pattini dentro il Phanteon. E poi, sinceramente, non ho mai visto dei bambini giocare a nascondino sotto la Loggia dei Cavalieri, ma piuttosto vedo spesso ragazzini fumare, bere alcolici e lordare il suolo marmoreo di quell'opera d'arte”.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×