22 ottobre 2019

Ambiente

La sostenibilità influenza anche l'acquisto dei vestiti.

AdnKronos | commenti |

AdnKronos | commenti |

Roma, 25 giu. - (AdnKronos) - Il 61% dei consumatori ha a cuore la sostenibilità anche quando acquista vestiti. A scattare la fotografia è Harris Insights & Analytics che ha realizzato una ricerca mondiale commissionata da Cci per analizzare l’importanza della sostenibilità per i consumatori e il relativo impatto sulle decisioni d’acquisto.

Dall'acquisto di cibo a quello degli elettrodomestici alle automobili: i consumatori (86%) sono preoccupati in tema di sostenibilità. In particolare, dichiarano di interessarsi al tema sostenibilità sia perché credono essere la cosa giusta da fare (41%) sia per fare la propria parte per proteggere l’ambiente (39%) o per supportare le aziende che operano in modo corretto (38%).

Nel settore dell'abbigliamento il cotone può rappresentare per brand e retailer un modo per comunicare la sostenibilità ai consumatori. Infatti questi ultimi associano il “cotone al 100%” con la sostenibilità, molto di più rispetto ad altri tessuti quali la lana, seta, poliestere, rayon e spandex. Per i consumatori più informati inoltre le fibre sintetiche sono associate ai residui di microfibra negli oceani.

L’83% dei consumatori pensa che il cotone sia sicuro per l’ambiente: il cotone americano è considerato amico dell’ambiente (69%), più del cotone australiano (65%), indiano (64%), Bci (61%), africano (60%), cinese (56%) o uzbeco (53%).

 



AdnKronos

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×