21/09/2017quasi sereno

22/09/2017quasi sereno

23/09/2017parz nuvoloso

21 settembre 2017

Cronaca

Social arabi contro Apple: "iPhone X discrimina il velo"

commenti |

Musulmani integralisti sul piede di guerra contro Apple. A scatenare la polemica sui social media arabi in queste ore è il Face ID, il sistema di riconoscimento facciale del nuovo iPhone X, presentato ieri da Cupertino. Dopo il flop del mancato funzionamento del sistema durante l'evento di lancio del nuovo smartphone, dotato di uno scanner per il riconoscimento del viso 3-D per sbloccare il dispositivo, sono in molti ora a criticare aspramente sul web l'ultima trovata tecnologica, sostenendo che discriminerebbe le musulmane.

 

Secondo alcuni utenti, le donne che indossano in pubblico il 'niqab', il velo islamico che lascia scoperti soltanto gli occhi, non possono utilizzare il nuovo telefonino. In poco tempo sono fioccati centinaia di tweet sul tema. L'hashtag lanciato dai promotori della campagna anti-iPhone X (tradotto in italiano #apple_bandisce_ilniqab) è rimasto a lungo trend topic sui social media in diversi paesi arabi. "E' una guerra contro le donne che applicano la legge islamica", è uno dei commenti apparsi su Twitter, mentre un'utente da Birmingham si dice "scioccata".

 

"Volevo l'iPhone X - spiega - ma come faccio a sbloccarlo quando indosso un niqab?". "Mia madre indossa un niqab. Dubito che possa apprezzare l'iPhone X", evidenzia 'Faisal Al Saai'‏, mentre altri utenti criticano la campagna anti-Apple definendola un' "iniziativa idiota".

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×