14 ottobre 2019

Castelfranco

Smog a Castelfranco, da inizio anno superati 44 volte i valori limite

Il monitoraggio è stato fatto invia Monfenera, presso la scuola primaria

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

CASTELFRANCO VENETO – Da oggi è possibile visionare i dati raccolti dall’Arpav sui valori di PM10 rilevati in città, presso la scuola primaria di via Monfenera, durante la campagna di monitoraggio invernale, avviata ad ottobre 2018 e conclusasi ad aprile di quest’anno: “Durante la campagna è stato superato, per l’anno 2019 – spiega l’Arpav in una nota stampa che introduce la relazione tecnica sulle rilevazioni -, il valore limite giornaliero per il PM10: 44 i superamenti rilevati nel periodo Gennaio – Aprile 2019 contro i 35 previsti in un anno civile”. Ecco il LINK per scaricare la relazione dell’Arpav.

La relazione è tecnica ma accessibile ai cittadini, si suddivide in una prima parte generalista in cui viene anche illustrata la normativa mentre al capitolo 6 si entra nel vivo della situazione castellana e vi si può leggere: “Per quanto riguarda il periodo invernale di monitoraggio compreso tra gennaio e aprile 2019, la concentrazione di polveri PM10 ha superato il valore limite giornaliero per la protezione della salute umana, pari a 50 μg/m3, da non superare per più di 35 volte per anno civile, per 44 giorni su 92 di misura. Il modello matematico SPIAIR ha stimato per lo stesso periodo il superamento del valore limite giornaliero per 44 giorni su 97 di misura. La media di periodo delle concentrazioni giornaliere di PM10 misurate a Castelfranco è risultata pari a 57 μg/m3 superiore a quella stimata con il modello e pari a 52 μg/m3”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×