24/01/2018quasi sereno

25/01/2018nuvoloso

26/01/2018pioviggine

24 gennaio 2018

Treviso

Sindaci convocati per "Islam Italiano", Da Re invita alla disobbedienza civile

Il segretario della Lega Nord invita i sindaci a boicottare l’incontro previsto in prefettura il prossimo 24 luglio

commenti |

TREVISO - Il prefetto di Treviso Laura Lega con una lettera inviata ai comuni di Treviso, Asolo, Castelfranco, Conegliano, Montebelluna, Oderzo e Vittorio Veneto, alle associazioni di categoria, ai sindacati e altre istituzioni locali, convoca i sindaci in Prefettura per la condivisione del “Patto nazionale per un Islam Italiano”. Un accordo tra il Ministero degli Interni e le varie organizzazioni islamiche calato dall'alto secondo principi di integrazione e rispetto dei valori dell'ordinamento statale.

“Siamo all’assurdo – commenta Gianantonio Da Re, segretario nazionale della Lega Nord – forse il governo attraverso i suoi organi periferici con questa proposta sta sollecitando il territorio a favorire la formazione di ministri di culto musulmani, o cerca la disponibilità di sedi adeguate ed aree destinate all’apertura e costruzione di moschee come se dovessimo abdicare alla nostra cultura millenaria? - dichiara Da Re - Ci stanno chiedendo di considerare la rilevanza di un nuovo pluralismo religioso, o indirizzando verso uno Stato confessionale islamico? Tutto questo quando lo stesso Ministro, nel documento ufficiale mandato in allegato, riconosce che esiste il problema dell’integralismo islamico e che altresì non siamo in grado di interpretare il fenomeno e che lo stesso costituisce una minaccia per la collettività”.

“Dobbiamo imparare dal modello francese che fino a qualche anno fa veniva preso in considerazione ed oggi mostra al mondo il suo completo fallimento dovendo fare i conti con un misto di islamici di seconda e terza generazione, apparentemente integrati, che compiono continui atti di terrorismo? No, io non ci sto – sostiene il segretario Lega Nord - e invito i primi cittadini destinatari della missiva a boicottare l’incontro previsto in prefettura a Treviso il prossimo 24 luglio prossimo alla presenza del sottosegretario Domenico Manzione".

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.927

Anno XXXVII n° 1 / 18 gennaio 2018

LUDOVICO GIRARDELLO

Il giovanissimo attore vittoriese - protagonista de “Il ragazzo invisibile. Seconda generazione” di Gabriele Salvatores - racconta qualcosa di sè. Della città in cui vive (definita da Mymovies “piccolo paesino in provincia di Treviso”). Delle sue passioni. Omettendo (vedi la classe?) nome e cognome della fidanzata

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×