18 settembre 2019

Treviso

Sicurezza, nuovo Protocollo d’intesa tra Vigili del Fuoco ed Esercito

Sinergia per corsi di formazione, scambi di esperienze ed esercitazioni congiunte

commenti |

TREVISO – Firmato un Protocollo d’intesa per la cooperazione nell’ambito della sicurezza tra il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Treviso, rappresentato dall’ingegner Nicola Micele, ed il 33° reggimento EW (Electronic Warfare), rappresentato dal colonnello Aldo Ferrara.

La firma è stata apposta presso la caserma Cadorin di Treviso, sede del 33° reggimento EW. L’accordo ha lo scopo di accrescere le sinergie fra differenti amministrazioni dello Stato.

Il Protocollo avvia una collaborazione fra i due enti che intende perseguire lo scopo di sviluppare sinergie addestrative e operative attraverso corsi di formazione, scambi di esperienze ed esercitazioni congiunte. La cooperazione prevede la condivisione di risorse specifiche al fine di elevare il livello professionale del personale che opera nel campo della sicurezza.

 

«L’esercito italiano considera la sicurezza e la salute del proprio personale un pilastro fondamentale ed ineludibile delle proprie attività istituzionali. In quest’ambito la preparazione del personale nel campo della sicurezza antincendio riveste un aspetto fondamentale per garantire che le attività istituzionali vengano svolte in una cornice di sicurezza adeguata e salvaguardando l’incolumità del personale - ha spiegato il colonnello Aldo Ferrara -. L’obiettivo viene raggiunto anche attraverso la sinergia con il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, con il quale è stata avviata una proficua collaborazione nel campo della formazione e prevenzione e in altri settori di comune interesse».

 

«Tra i compiti istituzionali del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco assume sempre maggiore rilievo quello della promozione della Cultura della Sicurezza; nel mondo del lavoro così come nella società civile – ha dichiarato Nicola Micele –, la sicurezza passa attraverso la consapevolezza del rischio, da parte dei lavoratori così come da parte dei cittadini. La collaborazione con le strutture dell'Esercito italiano ha permesso di condividere modalità operative e risorse logistico-strumentali per sviluppare insieme iniziative comuni sui temi della gestione dell'emergenza e dell’autoprotezione, in un’ottica di ottimizzazione delle risorse disponibili».

 

(Nella foto Nicola Nicele ed Aldo Ferrara)

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×