11/12/2017pioggia

12/12/2017pioviggine

13/12/2017nuvoloso

11 dicembre 2017

Oderzo Motta

Sensibilità Chimica Multipla: «I comuni ci aiutino»

Richiesto ai comuni dell'opitergino-mottense di aderire alla campagna di una malattia rara ma molto grave

commenti |

ODERZO - Il Comitato Veneto Sensibilità Chimica Multipla e l’associazione culturale opitergina "Cittadini in movimento" hanno lanciato una campagna di sensibilizzazione sul territorio scrivendo a tutti sindaci e consiglieri comunali dei comuni dell’opitergino mottense.

 

Una richiesta, quella rivolta alle istituzioni comunali, di accogliere l’appello deliberando a favore del riconoscimento della MCS, acronimo che sta per Sensibilità Chimica Multipla, malattia rara che conta circa 3 milioni di affetti da Mcs in forma lieve di cui 300 mila malati gravi.

 

Si chiede al Sindaco,  Giunta e Consiglio Comunale di  sostenere la campagna di sensibilizzazione promossa dal Comitato Veneto Sensibilità Chimica Multipla e dall’Associazione Whatchingreen con l'adesione del proprio comune alla campagna di riconoscimento delle patologie Sensibilità Chimica Multipla, Encefalomielite Mialgica e Fibromialgia quali malattia altamente invalidanti e invitare la Presidenza della Regione e l'Assessore alla sanità competente, ad attivare in tempi brevi, tutte le procedure necessarie di carattere normativo, amministrativo e finanziario per l'applicazione delle leggi per dare opportuna assistenza alle persone sofferenti delle malattie indicate.

 

Una patologia, la Sensibilità Chimica Multipla (MCS), che comporta gravi intolleranze a molte sostanze chimiche di uso comune.

 

Secondo uno studio condotto negli USA, l'MCS (Multiple Chemical Sensibility) colpisce dall'1,5 al 3% della popolazione, rendendo di fatto "impossibile" la vita di molte persone; insetticidi, pesticidi, vernici, solventi, scarichi delle auto, prodotti plastici, farmaci, tessuti e stoffe soprattutto nuove, disinfettanti, detersivi, profumi, deodoranti personali o per la casa, sono tutte sostanze di derivazione petrolchimica che danneggiano il sistema immunitario delle persone affette da MCS. Nell'arco di pochi anni dalla manifestazione i sintomi si cronicizzano e, senza un adeguato sostegno, la sindrome può avere conseguenze molto gravi, oltre a comportare difficili (per non dire impossibili) condizioni di vita alle quali sono sottoposte quotidianamente queste persone.

 

Pur essendo riconosciuta come patologia rara da alcune regioni italiane – tra le quali il Veneto – l’MCS non è ancora stata riconosciuta dal Ministero della Salute; e questo rende veramente complicata la vita delle persone affette da MCS per la mancanza di un protocollo ufficiale.

Nel Veneto a oggi sono numerosi i Comuni, di varia appartenenza politica (tra i quali Motta di Livenza, Conegliano) che hanno deliberato, per il riconoscimento nel loro territorio della patologia come rara, ed hanno inviato in Regione Veneto lettere istituzionali per chiedere l’applicazione della legge citata.

 

Proprio in questi  giorni, nel comune di Oderzo, l’appello è stato colto dal consigliere Marco De Blasis (m5s) che presenterà la mozione al prossimo Consiglio Comunale di venerdì  21 ottobre. 

 

Nella foto: Claudio Fiori del comitato MCS

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Oderzo Motta
vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.926

Anno XXXVI n° 22 / 14 dicembre 2017

LE NOVITA' DELL'ANNO CHE VERRA'

2018. Le novità dell’anno che verrà

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×