20/06/2018quasi sereno

21/06/2018quasi sereno

22/06/2018temporale e schiarite

20 giugno 2018

Benessere

Sanità: Iss, epidemie morbillo in Grecia e Ucrania nel 2018.

AdnKronos | commenti |

Roma, 23 feb. (AdnKronos Salute) - Il morbillo non è un problema solo per l'Italia, dove solo a gennaio si sono verificati 164 casi e due morti. Nel 2018, rileva il Rapporto mensile dell'Istituto superiore di sanità, sono in corso epidemie in vari Paesi del vecchio continente. In Grecia sono stati segnalati 1.463 casi, inclusi 2 decessi, da maggio 2017 (dati aggiornati al 4 febbraio 2018); "molti di questi casi sono stati segnalati nel sud del Paese, tra bambini e tra adulti di età 25-44 anni nella popolazione generale".

Non solo. Sono stati riportati aumenti significativi del numero di notifiche di casi, in Francia (115), Svezia ( 28 casi) e nel Regno Unito (144). Fuori dall'Ue è in corso "una vasta epidemia in Ucraina, dove sono stati segnalati oltre 2.000 casi nel 2018, inclusi 3 decessi".

E il recente passato non offre un quadro tranquillizzante: l'Iss ricorda i dati dell'Ufficio regionale europeo dell'Organizzazione mondiale della sanità, secondo cui nel 2017 sono stati segnalati, in 53 Paesi della regione europea dell'Oms ben 21.315 casi di morbillo, inclusi 35 decessi. Con vaste epidemie in 15 di 53 Paesi della regione e 3 Paesi - Romania, Italia e Ucraina - che hanno segnalato il numero più elevato di casi. Nei 30 Paesi dell'Eu/Eea i casi di morbillo segnalati nel 2017 sono stati 14.451, inclusi 30 morti di cui 19 in Romania, 4 in Italia, 2 in Grecia, e uno in Bulgaria, Francia, Germania, Portogallo e Spagna. Se la Romania ha segnalato il numero più elevato di casi (5.560), l'Italia spicca al secondo posto (5.004 casi).

 



AdnKronos

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.938

Anno XXXVII n° 12 / 21 giugno 2018

SULLA MIA PELLE

Il tatuaggio: una moda vecchia 5300 anni

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×