06 dicembre 2019

Cronaca

Salvini cede: dà l'ok allo sbarco dei 27 minori sulla Open Arms

commenti |

commenti |

Salvini cede: dà l'ok allo sbarco dei 27 minori sulla Open Arms

Via libera allo sbarco dei minori a bordo della Open Arms, la nave dell'Ong spagnola che si trova all'ingresso del porto di Lampedusa. Il trasbordo dalla nave alle motovedette di Guardia costiera e di Guardia di Finanza dei 27 minori non accompagnati è iniziato dopo l'ok ottenuto dal ministro dell'Interno Matteo Salvini. I minori sono "ragazzi di 16, 17 anni, soli" fa sapere in un tweet la Ong che parla di "molte lacrime" tra i ragazzi.

 

"Hanno lasciato amici e compagni di viaggio. Vi auguriamo il meglio. E andiamo avanti. Per tutti" scrive la Ong, sottolineando che "continua l'abuso di coloro i quali pretendono di coprire un fallimento politico provocando sofferenze non necessarie ai più deboli. 107 persone e 19 membri dell'equipaggio continuano a soffrire a bordo". I 107, infatti, resteranno per ora a bordo in attesa di ulteriori sviluppi dell'inchiesta della Procura di Agrigento coordinata dal Procuratore aggiunto Salvatore Vella.

 

La decisione di far sbarcare i minori è arrivata dopo il pressing del presidente del Consiglio Giuseppe Conte che ha scritto una seconda lettera a Salvini, chiedendo lo sbarco immediato delle persone di età inferiore agli anni 18 presenti a bordo della nave. Una missiva alla quale è seguita una lettera di Salvini: "L'ordinamento attribuisce al Presidente del Consiglio, la valutazione dell'adozione di provvedimenti anche in difformità dal mio orientamento - ha scritto il ministro dell'Interno - prendo atto che disponi che vengano sbarcati i (presunti) minori attualmente a bordo della nave Open Arms". "Darò pertanto, mio malgrado, per quanto di mia competenza e come ennesimo esempio di leale collaborazione, disposizioni affinché non vengano frapposti ostacoli all'esecuzione di tale Tua esclusiva determinazione - ha sottolineato Salvini -. Con altrettanta sincerità Ti rappresento il rammarico e la preoccupazione che tale Tua determinazione possa provocare una irreversibile e onerosa presa in carico, per il nostro Paese, dell'assistenza di soggetti che, successivamente, potrebbe rivelarsi non dovuta. Ricambio con l'occasione i più cordiali saluti".

 

Ecco il testo integrale della lettera di Salvini a Conte Open Arms, ispezione sanitaria sulla nave Dal premier era arrivata anche la conferma che c'è la disponibilità di una pluralità di Paesi europei (Francia, Germania, Lussemburgo, Portogallo, Romania e Spagna) a condividere gli oneri dell'ospitalità per tutte le persone di cui ci stiamo occupando, anche indipendentemente dalla loro età.

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×