19/10/2018sereno

20/10/2018quasi sereno

21/10/2018quasi sereno

19 ottobre 2018

Oderzo Motta

Richiedenti asilo a scuola per diventare panettieri

Corso base di quaranta ore nei locali del Brandolini Rota di Oderzo nelle aule che ospitano l'Engim Veneto

commenti |

Richiedenti asilo a scuola per diventare panettieri

ODERZO - Un corso per panettieri destinato ai richiedenti asilo attualmente ospitati nei locali dell’ex caserma Zanusso.

L’idea è stata voluta e realizzata dalla cooperativa che gestisce il centro di accoglienza opitergino, come segnala il Gazzettino.

Ogni due pomeriggi a settimana sono in programma lezioni tenute da Carlo Dalla Longa nelle aule dell'Engim Veneto (nella foto, dall'alto), la scuola di formazione professionale dell'istituto privato Brandolini-Rota.

Seguono le lezioni una quarantina circa di richiedenti asilo.

La speranza per loro è quella di poter essere assunti e costruirsi in qualche modo un domani.

Si tratta di un corso base di quaranta ore per illustrare le basi del mestiere.
 

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

immagine della news

05/10/2018

Caserma Zanusso verso la chiusura?

Colloquio tra il vicepremier Matteo Salvini e il sindaco di Treviso Mario Conte. L'idea è quella di diminuire progressivamente il numero di ospiti dell'hub

immagine della news

25/08/2018

Vendemmia, profughi al lavoro

Su 280 presenze alla Caserma Zanusso, 200 sono i contratti dii lavoro, il 70% dei quali riguarda il settore agricolo

immagine della news

14/12/2017

Profugo investito a Oderzo

L'episodio è accaduto mercoledì poco prima delle 20 lungo la Postumia, all'altezza del rondò di via Spiné

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.944

Anno XXXVII n° 18 / 18 ottobre 2018

UNA FAMIGLIA SPECIALE

La famiglia speciale di Susanna e Tarcisio, che hanno accolto in casa Lucio e Antonio, gemelli cerebrolesi, Linda, neonata disabile, Eleonora, Manuela e Marco, facendoli diventare loro figli. Nonostante ne avessero già quattro…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×