27/06/2019sereno

28/06/2019quasi sereno

29/06/2019quasi sereno

27 giugno 2019

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Rapinata in casa dai suoi nipoti, preso anche il terzo componente della banda

In carcere anche un 43enne polacco per la violenta rapina avvenuta a Col San Martino lo scorso anno

commenti |

carabinieri

FARRA DI SOLIGO Preso il complice dei due fratellastri polacchi di 24 e 27 anni che a marzo dello scorso anno avevano rapinato in modo cruento la zia in casa sua a Col San Martino. Si tratta di un 43enne sempre di origine polacca, fermato in Polonia su mandato di cattura europeo, successivamente estradato in Italia ed attualmente rinchiuso nel carcere di Rebibbia a Roma.

 

I due fratellastri erano stati arrestati a luglio scorso e grazie alla loro collaborazione i carabinieri di Treviso sono riusciti a risalire all’identità del terzo uomo, il quale all’epoca dei fatti era arrivato in Italia con uno di loro appositamente per mettere a segno la rapina in casa della donna.

 

I tre pensavano che la 50enne polacca nascondesse in casa un’ingente somma di denaro. La rapina era stata particolarmente violenta, la donna era stata immobilizzata con delle fascette da elettricista e poi aggredita con una pistola elettrica taser.

Alla fine però se n’erano andati con una somma di soli 1.800 euro e l’equivalente di circa 300 euro di valuta polacca.

 

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×