06 dicembre 2019

Conegliano

"Proteggici da lassù e canta tra il coro degli angeli": addio a don Fausto, parroco dei giovani

E' stato parroco di Parè dal 1982 al 2016

commenti |

commenti |

don fausto scapin

CONEGLIANO - Addio a don Fausto Scapin, parroco dei giovani. Si è spento ieri sera, intorno alle 21: è stato parroco di Parè dal 1982 al 2016, anno in cui divenne collaboratore dell’unità pastorale di San Pio X, Collalbrigo e Parè. Ha continuato ad essere un punto di riferimento – soprattutto per i più giovani – fino all’aprile del 2019.

 

Da qualche mese era a riposo: le sue condizioni di salute sono progressivamente peggiorate, fino alla morte, sopraggiunta ieri sera, che ha scosso profondamente tutta la città. Nato a Montegaldella, nel vicentino, nel 1934, era stato ordinato sacerdote nel 1962, a Pieve di Soligo.

 

“Proteggici da lassù e canta tra il coro degli angeli. Grazie per la tua vita spesa tra noi”, così lo ha salutato – con un messaggio su Facebook - la Parrocchia di Parè.

 

“Una figura davvero notevole, la sua, generosa ed energica. Una preghiera per lui, ora, ma credo anche tanta gratitudine per il suo essersi donato con passione alla sua comunità - penso alla parrocchia di Parè ma anche alle comunità precedenti - ed ai giovani, per i quali non si è mai risparmiato. Grazie, don Fausto, ora riposa nella pace e nella gioia del Signore”: così invece lo ha ricordato don Alessio Magoga, direttore de l’Azione.

 

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×