23 settembre 2019

Conegliano

Prosecco, "nella Docg non si produca Doc"

commenti |

CONEGLIANO - "Conegliano e Valdobbiadene dovrebbe essere un'area nella quale si produce solo e unicamente un vino Docg, senza poter produrre volontariamente anche altri tipi di Prosecco, cosa oggi possibile".

 

E' la posizione di Confagricoltura Treviso in merito alla discussione innescata dalla scelta di alcune aziende vitivinicole della Docg di rimuovere la dicitura "Prosecco" dalle etichette e da altri canali di marketing, per la 'confusione' indotta da una denominazione ritenuta ormai troppo generica. In questo modo, prosegue il presidente di Confagricoltura Treviso, Franco Adami, si inizierebbe "un percorso, condiviso, che dovrebbe portare a una maggiore identità di zona".

 

"C'è chi crede che il Prosecco sia la nostra storia e un marchio che ci ha fatto conoscere nel mondo e quindi conservato, e chi ritiene, invece - osserva Adami - che sia diventato un disvalore per l'area Conegliano e Valdobbiadene, che fatica ad avere una forte identità propria, perché condivisa con il Prosecco Doc. Confagricoltura a affrontato più volte e anche recentemente questo argomento con alcuni soci, e in effetti da questo punto di vista ci sono ancora posizioni opposte".

 

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×