06 dicembre 2019

Mogliano

Il presepe non fatto scatena le polemiche: "Basta odio, ora denuncio"

L’attacco dell’ex assessore Ceschin. “Il presepe non si tocca” dice l’attuale assessore Pavan

commenti |

commenti |

la scuola Marco Polo

MOGLIANO - “Basta odio, adesso denuncio”. Sul caso della scuola di Zerman che non farà quest’anno il presepe, negli ultimi giorni si è scatenato il pandemonio mediatico.

Un commento è giunto anche dal leader del Carroccio Matteo Salvini.

Sulla questione però c’è chi dichiara guerra a suon di querele.

L’ex assessore moglianese Daniele Ceschin, in Giunta fino a qualche mese fa, ha detto: «Desidero esprimere la mia vicinanza e solidarietà alle maestre della Scuola primaria “Marco Polo” di Zerman di Mogliano Veneto per gli attacchi vergognosi che stanno subendo in questi giorni sui social in merito alla vicenda del presepe.

 

Un attacco a un’intera comunità educante


Un attacco a un’intera comunità educante composta di persone: bambini, insegnanti e genitori. Una vicenda purtroppo innescata e strumentalizzata dalla politica peggiore, quella che parla alla pancia della gente, quella che non rispetta la Costituzione e figuriamoci l’autonomia scolastica.

❗️Ma adesso basta. Tutti i post e gli attacchi apparsi sui social e considerati lesivi della dignità delle persone e del loro lavoro sono stati salvati. Anche quelli che ora sono stati cancellati. Nei prossimi giorni saranno consegnati all’autorità giudiziaria. Così almeno a certa gente passerà la voglia di scrivere cose immonde sui social senza accendere il cervello».

 

 


Sulla questione commenta l’attuale assessore Enrico Maria Pavan: «La sinistra in pratica mi invita a farmi gli affari miei e a non interessarmi alle attività scolastiche.

La differenza è che noi della Lega raccogliamo le istanze dei cittadini, siamo in mezzo a loro, raccogliamo le loro testimonianze, le loro paure, le loro necessità e le facciamo nostre ascoltandoli.

 

Una cosa è certa: il presepe non si tocca


La sinistra di Mogliano e non è purtroppo ancora guidata da logiche di partito, dettami politici da propinare in qualsiasi ambito sociale, disinteressandosi dei cittadini e prendendoli in giro. Vorrei sapere cosa pensa la cittadinanza moglianese, perché da ieri ho ricevuto tantissimi chiamate di congratulazioni e che mi spingono a perseverare su questa linea. Una cosa è certa: il presepe non si tocca».
 

 

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

immagine della news

20/06/2017

"Cartello di cattivo gusto"

Il commento del vicesindaco di Mogliano Daniele Ceschin sull'episodio del cartello "personale italiano al 100%" affisso alla Trattoria "Ai Veneziani"

immagine della news

10/10/2016

Addio a Nadia Biasutti

Era la mamma di Enrico Maria Pavan della lista Giovani per Mogliano del 2014

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×