15/06/2019parz nuvoloso

16/06/2019quasi sereno

17/06/2019quasi sereno

15 giugno 2019

Vittorio Veneto

Prende la motosega e lancia i rami nel giardino del ricevimento: il matrimonio diventa un incubo

Succede a Cappella Maggiore

commenti |

CAPPELLA MAGGIORE - Il giorno più bello e importante si è trasformato in un incubo.

 

Una cerimonia trasformatasi in litigio finito in tribunale. Il vicino di casa avrebbe infatti disturbato il matrimonio della figlia, usando la motosega durante il ricevimento, e per questo il padre della sposa ha sporto denuncia.

 

Il vicino avrebbe infatti azionato la motosega, tagliando dei pezzetti di legno che avrebbe poi gettato verso il luogo del ricevimento.

 

I fatti risalgono al 2014: il rumore dell’attrezzo e il successivo lancio verso l’abitazione del padre della sposa avrebbero così rovinato la giornata. Il vicino avrebbe anche lanciato, al padre della donna, un tronchetto, mentre percorreva il vialetto di casa. Fortunatamente senza colpirlo.

 

Il processo scaturisce dall’opposizione dell’imputato ad un decreto penale che lo condannava al pagamento di 600 euro. L’uomo è finito a processo per ingiurie, schiamazzi e lancio pericoloso di cose.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×