15/06/2019parz nuvoloso

16/06/2019quasi sereno

17/06/2019quasi sereno

15 giugno 2019

Vittorio Veneto

I post sui "negri", poi la rinuncia: il "caso" di Sforzin diventa nazionale. Ma toglierlo dalla lista non è così facile

Roberto Silvestrin | commenti |

VITTORIO VENETO - Il “caso” di Tancredi Sforzin è diventato ormai nazionale, tanto che Andrea Scanzi – noto giornalista del Fatto Quotidiano – gli ha dedicato un post sulla propria pagina Facebook. “Ma quanto è bella questa “nuova” Lega? Daje!”, ha scritto il giornalista toscano, facendo riferimento ai post pubblicati qualche anno fa da Sforzin, candidato consigliere della lista “Toni Miatto Sindaco”.

 

Anche se ora sarebbe meglio dire ex candidato. La questione – da un punto di vista burocratico – è senz’altro complessa. Dopo la divulgazione di alcuni post di Sforzin risalenti a qualche anno fa, da parte dell’Osservatorio Antifascista Vittoriese, e il conseguente polverone alzatosi in città, Sforzin ha infatti annunciato il proprio ritiro dalla corsa elettorale.

 

“Fanno pulire il Meschio ai negri quando non sono in grado di lavarsi nemmeno le mutande”, “I negri del Ceis soffrono perché i fuochi di Sant’Augusta ricordano loro gli orrori della guerra. I negri del Ceis guardano i fuochi d’artificio gratis, senza aver versato un euro al comitato festeggiamenti”: questo scriveva nel 2016 il candidato consigliere su Facebook. Post rimossi dal profilo di Sforzin, ma “salvati” e pubblicati dall’Osservatorio.

 

Oggi è arrivato l’annuncio del ritiro, attraverso una nota diffusa dalla lista “Toni Miatto Sindaco”, che ha preso “le distanze in modo deciso da tutte le affermazioni fatte da Sforzin in passato”. La lista guidata da Gianluca Posocco ha parlato addirittura di “terribili dichiarazioni fatte in passato dal candidato consigliere”. Ma ora che succede? Sembra che il nome di Sforzin, infatti, non possa essere cancellato dall’elenco dei candidati. Il candidato ha però fatto sapere che non intende proseguire nella competizione.

 

In una nota diffusa dall’Ansa si apprende comunque che “ogni voto che dovesse essergli eventualmente assegnato fra le preferenze non verrà tenuto in considerazione”, vista la scelta di Sforzin. Antonio Miatto, candidato sindaco per il centrodestra, ha reso noto che lui e i suoi si stanno “dando da fare per cancellare la posizione di Sforzin”, anche se dal punto di vista amministrativo è quasi – se non del tutto – impossibile.

 

Secondo quanto riportato da Posocco, invece, sarebbe possibile rimuovere il nome di Sforzin dai candidati tramite un atto notarile. “Ci stiamo informando con i nostri legali”, ha detto Posocco.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×