20/06/2019quasi sereno

21/06/2019quasi sereno

22/06/2019possibile temporale

20 giugno 2019

Nord-Est

Il poker player trevigiano Luca Pagano ha creato un nuovo talk show su Twitch

commenti |

Con 45 milioni di visitatori unici al giorno e oltre 1,5 milioni di emittenti, Twitch.tv svolge oggi un ruolo centrale nella comunità di internet ed in particolare sulle dirette live.

Si tratta di una piattaforma di live streaming che offre la possibilità ad ogni utente di diventare il protagonista attraverso una diretta su uno dei suoi tanti canali. Molti personaggi del web si sono spostati su questa nuova piattaforma che consente di avere più visibilità e di interagire meglio con il pubblico, persino creare dei veri e propri programmi settimanali dove il pubblico è invitato a partecipare al dibattito per dare nuovi spunti.

E’ quello che si è inventato il trevigiano Luca Pagano, il giocatore di poker professionista più conosciuto in Italia grazie anche a programmi tv come Poker1Mania e La casa degli Assi di cui è stato conduttore e commentatore tecnico. Luca sulla scia del successo di questa nuova piattaforma streaming ha deciso di creare Home Wars, un programma dove si parla di giochi di poker online, videogiochi e fumetti a 360˚.

Già da tempo il noto poker player aveva aperto il suo canale Twitch dove come tutti mostrava le sue dirette, ma poiché fra i suoi tanti interessi c’è anche quello dei video game ha voluto conciliare entrambe le cose in un unico grande contenitore, e da qui nasce l’idea di Home Wars che rappresenta un punto di riferimento per tutti quelli che sono interessati ad entrambe le discipline ma non hanno mai saputo come coniugarle.

Luca Pagano ha lavorato a lungo su questo suo progetto del tutto innovativo ed unico nel suo genere, nessuno dei suoi colleghi ci ha mai pensato, nemmeno Jason Somerville che proprio su Twitch ha trovato la sua fortuna.

Già dal 20 giugno il programma ha esordito sul Twitch ed è stato molto seguito, soprattutto in questi ultimi giorni in cui due puntate sono andate in onda direttamente da Las Vegas dove Luca Pagano si trovava a per il torneo delle WSOP, una sorta di campionato mondiale del poker che ogni anno si si tiene nella Sin City, e ha parlato di poker insieme ad altri colleghi presenti all’evento. Da quando si e’ cominciato a parlare in giro del suo programma molti addetti ai lavori si sono interessati al progetto che può essere definito come una sorta di Quelli che il calcio del Poker e dei Videogiochi, dove in pratica, come succede nel famoso format televisivo si commentano in diretta i vari tornei.

Durante la trasmissione, che dura in tutto 3 minuti ed e’ composta da 6 puntate ( l’ultima il 25 luglio) si alternano diversi ospiti che comodamente da casa propria interagiscono commentando gli eventi. A fare da filo conduttore al programma ci sono Luca Pagano, ovviamente, e ospiti fissi come Claudio Poggi, noto giornalista di poker e Simone ‘VKingPlays’ Larivera famoso giocatore di Hearthstone, un gioco di carte creato nel 2014. Non solo poker e videogiochi, ma durante le varie puntate si e’ anche parlato di fumetti grazie ad ospiti come Marco Santucci, il fumettista italiano più conosciuto e Akira Nekomata, nota cosplayer italiana, e di action figures (ovvero i pupazzetti e le statuine di personaggi di comics, fumetti e serie tv che oggi sono pezzi da collezione) con il noto blogger Federico ‘Fanboy’ Burroni.

Si tratta quindi di un progetto molto innovativo e di successo che con l’avvento degli E-sport potrebbe anche essere esportato su altre piattaforme. Ma quello che rende più fieri è che l’idea e’ venuta ad un italiano di Treviso che grazie al suo mestiere è conosciuto in tutto il mondo.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×