13 dicembre 2019

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Piove tanto e i vigneti si allagano: "Quanta chimica ci vuole per far sopravvivere quelle viti?"

La denuncia del Gruppo Stop Pesticidi Sos Territorio di Miane

commenti |

commenti |

Piove tanto e i vigneti si allagano:

Una foto scattata dal gruppo ambientalista

 

MIANE - Piove, e tanti vigneti si trasformano in acquitrini.

 

La denuncia arriva dal Gruppo Stop Pesticidi Sos Territorio di Miane, dopo le piogge di questi giorni: “Si veda il vigneto piantato tra Premaor e il borgo di Sottoriva, dove i filari erano coperti d’acqua per svariati centimetri di altezza. Da notare che non si trattava di esondazione del Soligo, che si trova a qualche decina di metri dalla zona, ma di semplice ristagno delle acque piovane! Si pongono all’attenzione anche le foto dei vigneti in zona Ligonto e di un altro vigneto in via Talponade, entrambi poco distanti dall’abitato di Premaor: qui le viti affondano le radici nel fango tra rivi di acqua. Ricordiamo che le zone in questione sono state massicciamente piantumate negli ultimi anni, circondando letteralmente l’abitato di Premaor ed entrando a volte nell’abitato stesso con piantagioni a stretto contatto con le case e tagli di boschi in pieno centro (come nel caso di via Rive). Basta far correre lo sguardo dalle Tenade, fino a località Tre Ponti e poi lungo tutto il corso del Soligo fino a località Ligonto, per risalire lungo via Talponade fino a Campea: questa immensa area è stata quasi totalmente coperta da vigneti, anche nelle zone meno esposte al sole, anche nelle piane più umide, come testimoniano le foto. Ci chiediamo: come sopravviveranno le viti immerse nell’umido delle zone interessate? Con quali e quanti sostegni chimici?”

 

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×