17/11/2017quasi sereno

18/11/2017quasi sereno

19/11/2017foschia

17 novembre 2017

Conegliano

Piave Servizi, investiti 600mila euro a Codognè e Santa Lucia

Servono per l'ammodernamento e l'estensione di fognature e acquedotto

commenti |

CODOGNE' - Il Consiglio di amministrazione di Piave Servizi Srl, quinto gestore in Veneto del servizio idrico integrato per 39 Comuni delle province di Treviso e Venezia, ha approvato in una recente riunione due progetti definitivi per nuove reti fognarie. I comuni interessati sono Santa Lucia di Piave (via Zapparelli) e Codognè (vie Mazzini e Mozart).

 

Nel primo caso il progetto consiste nella sostituzione di un tratto di condotta ammalorata con una nuova che separa le acque reflue da quelle meteoriche (la nuova condotta per le reflue, la vecchia rimane per le meteoriche) e nella sostituzione della vetusta condotta di acquedotto esistente.

 

Il secondo progetto è un'estensione del servizio in aree non servite. Il presidente Alessandro Bonet commenta così questi due nuovi interventi in programma sul territorio: “Continua la nostra “mission” di ammodernare le reti idriche dei Comuni soci. Questi nuovi investimenti sono le risposte agli amministratori comunali e ai cittadini utenti, con i quali il dialogo vuole essere continuo e attento. Dimostriamo di essere una società efficiente e operativa che ha fatto della buona amministrazione il proprio fiore all’occhiello”.

 

Nel dettaglio, a Santa Lucia di Piave sarà eseguito un intervento del valore di 510.000 euro più Iva, finanziato dalla tariffa del servizio idrico integrato e, più avanti, da un contributo dell’amministrazione comunale. Non saranno necessarie procedure espropriative. Il progetto prevede la sostituzione e il rifacimento di un ramo della rete di distribuzione di acquedotto e di un tratto del collettore di fognatura mista, che hanno come sedime di posa via Zapparelli.

 

Lo scopo dell’opera è, per quanto riguarda l’acquedotto, sostituire la condotta e gli allacciamenti alle utenze, che nel corso degli ultimi anni sono stati interessati da diversi interventi di riparazione; per quanto riguarda la fognatura sarà realizzato un nuovo collettore, vista la presenza di evidenti segni di ammaloramento della condotta attuale, che risulta in più punti fessurata, parzialmente collassata e intasata da radici.

 

La nuova tubazione, alla quale non verranno ricollegate le caditoie stradali, sarà in continuità alla tratta a monte di via Martiri delle Libertà e si collegherà con il collettore di Via Bolda. Per ciò che concerne la tubazione di fognatura mista attualmente in funzione si prevede la riconversione a fognatura bianca con implementazione di un sistema di smaltimento a suolo delle acque di dilavamento stradale raccolte dalle caditoie, e pertanto la restituzione al Comune di Santa Lucia di Piave in quanto non più opera funzionale al servizio idrico integrato.

 

Nel progetto sono ricomprese la posa di circa 720 metri di condotta di distribuzione di acquedotto, di altri 720 di collettore di fognatura nera a gravità e la realizzazione dei relativi allacciamenti di utenza. L’intervento in programma a Codognè prevede l’estensione della rete di fognatura nera nelle vie Mazzini e Mozart, per una lunghezza di circa 130 metri e un importo complessivo di 90.000 euro più Iva, finanziato con le tariffe del servizio idrico integrato.

 

Non richiederà procedure espropriative. In via Mazzini, il progetto permetterà di allacciare alla fognatura nera comunale, di recente attivazione, numerose unità abitative. All’interno del quadro di spesa dell’opera si prevede inoltre la realizzazione di un sollevamento fognario in via Mozart, che permetterà l’attivazione della rete fognaria di lottizzazione, attualmente non collegabile al collettore principale di via Farmacia per un problema di incompatibilità delle quote di scorrimento delle tubazioni esistenti.

 

La realizzazione dei lavori permetterà anche di risolvere alcuni problemi relativi al cattivo funzionamento del sistema di trattamento e smaltimento dei reflui di un residence.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×