23/03/2017nuvoloso

24/03/2017nuvoloso

25/03/2017sereno con veli

23 marzo 2017

Perde permesso soggiorno, trans chiusa nel reparto uomini Cie di Brindisi

"Lei è Adriana, dal 21 Febbraio è trattenuta al CIE di Brindisi nel reparto maschile". A raccontare la storia con un post su Facebook è il Movimento Identità Transessuale (MIT) che spiega come, nonostante sia in Italia da 17 anni, abbia perso il lavoro, quindi, da tre anni il permesso di soggiorno e sia finita nel Centro di identificazione ed espulsione.

"Adriana da 8 giorni ha iniziato uno sciopero della fame per essere trasferita in un reparto femminile - denunciano -. Non sfugge, come una donna trans trattenuta fra centinaia di uomini sia in costante pericolo". Adriana, spiegano, è riuscita a contattare il MIT e ci chiede di aiutarla nella sua legittima richiesta di essere trasferita in un reparto femminile, al riparo da discriminazioni e violenze. "Per questo motivo - concludono - chiediamo che venga immediatamente trasferita in un reparto femminile, annunciando che se ciò non avverrà ci mobiliteremo come trans e attivisti per la sua incolumità".

 



Loading...

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Zaia annuncia la manovra sull'Irpef per la Pedemontana Veneta. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.909

Anno XXXVI n° 5 / 16 marzo 2017

MENINGITE. DOBBIAMO AVERE PAURA?

Perché la meningite non è un incubo. Tanti buoni motivi per non creare un falso allarme. Benazzi: “Il numero dei malati è nella norma”. Il metodo - prevenzione (cioè il vaccino) funziona sempre

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×