23 agosto 2019

Esteri

Parigi ai vicepremier: "Non giochiamo a chi è più stupido"

commenti |

Nuovo capitolo nello scontro diplomatico fra Italia e Francia dopo le dichiarazioni dei ministri Di Maio e Salvini su migranti e 'moneta coloniale'. "In Francia - ha replicato duramente stamane il ministro degli Affari europei francesi, Nathalie Loiseau al termine della riunione dei Consiglio dei ministri - abbiamo un'espressione: quello che è eccessivo diventa insignificante. Quando delle dichiarazioni sono eccessive per i toni e per il loro numero diventano insignificanti".

 

"La nostra intenzione - ha continuato Loiseau - non è giocare al concorso di chi è il più stupido. Ci sono molte cose da fare con un vicino importante come è l'Italia. Vogliamo continuare a poter lavorare" con l'Italia. Le dichiarazioni del ministro francese arrivano in merito ad eventuali misure di ritorsione contro l'Italia dopo le dichiarazioni degli esponenti del governo. "Mi recherò in Italia quando il clima si sarà rasserenato", ha sottolineato poi Loiseau in merito a possibili visite di ministri francesi in Italia, "come se non fosse successo nulla".

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×